Varese News

Botte alla moglie di fronte alla figlia piccola: arrestato

L’uomo fermato dai carabinieri mentre tentava di impugnare un lungo coltello da cucina

Avarie

L’ultimo atto di una tragedia: la lite, le botte – non importa se ad assistere c’è un bambino di un anno – e un’arma bianca, scelta a caso: questa volta è stato fermato.

L’ennesimo caso di violenza domestica si è consumato a Busto Arsizio la notte scorsa quando i carabinieri hanno bloccato un uomo che aveva appena aggredito la moglie.
Luigi, 25enne, coniugato, operaio, pregiudicato è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

I fatti, ricostruiti dai militari, parlano di una chiamata fatta al 112 dalla moglie sabato sera: «Mi ha riempito di botte di fronte a mia figlia».

La pattuglia arriva sul posto e nel frattempo la donna, dopo i fatti, prende una decisione: vuole andare dai genitori assieme alla bambina.

Ma il marito si oppone e prima la afferra con forza per trattenerla a sé e successivamente tenta di impugnare un coltello da cucina appoggiato su un tavolo. Ma non ci riesce perché nel frattempo arrivano i carabinieri che lo immobilizzano.

La donna viene soccorsa dai carabinieri che la accompagnano in ospedale dove la prognosi è di dieci giorni.

L’uomo è stato arrestato e trattenuto in camera di sicurezza in attesa di comparire di fronte al giudice con rito direttissimo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 Giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore