Varese News

Car sharing elettrico, Busto ci riprova

Dopo la fallimentare avventura durante l'Expo ora la città ci riprova grazie a fondi della Commissione Europea e alla partnership con FNM. Previste 3 stazioni di ricarica in città

progetto car sharing busto arsizio

6 colonnine per la ricarica, 12 posti auto e una flotta di auto elettriche in condivisione. A Busto arriva -o meglio, torna- un servizio di car sharing elettrico. Il comune ha infatti sottoscritto un accordo con FNM per l’implementazione della rete di mobilità condivisa grazie a fondi messi a disposizione dalla Commissione Europea.

FNM ha infatti partecipato ad un bando attraverso la sua controllata E-Vai e con il supporto di un operatore integrato per la mobilità elettrica (Be Charge S.r.l.) e ha individuato anche Busto tra le località in cui andare ad implementare il servizio. Nello specifico sono state individuate 3 aree della città in cui realizzare stazioni di ricarica, in parte riservate alla flotta di auto condivise e in parte destinate a tutti i conducenti di veicoli elettrici. Due di queste saranno nei pressi delle stazioni cittadine: per la FS si è individuato un lato di piazzale Volontari della Libertà mentre per la Stazione Nord verrà occupato un lato di piazzale Barsanti (lo spiazzo appena dopo la stazione in direzione mercato, ndr). La terza sarà invece sarà davanti alla sede di Agesp in via indipendenza. Ogni stazione prevederà quattro parcheggi riservati e due colonnine per la ricarica.

L’autorizzazione rilasciata dal comune vale per una prima fase sperimentale fino a luglio 2021 dopodiché se ne riparlarà: le aziende potranno decidere se continuare questa attività oppure lasciare la città, smantellando anche le colonnine di ricarica.

Un servizio, quello del car sharing elettrico, che non è nuovo per Busto Arsizio. Già nel 2015 per l’Expo la città provò con Shar’n’go a dotarsi di una rete di auto condivise ma il progetto partì azzoppato e non decollò mai, nonostante le promesse che a più riprese vennero fatte. Ora di quell’esperienza non rimane nulla, solo un gabbiotto di legno nel parcheggio della stazione Nord abbandonato da mesi. Un precedente che ora E-Vai punta a far dimenticare.

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 19 Giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore