Varese News

Chiusura di Linate, Vitali si prepara ad aprire il cantiere

Dal 27 luglio al via i lavori, con tempo di tre mesi: cantiere 24 ore su 24, sette giorni su sette

Generico 2018

Un’operazione unica, e di grandissima portata. Partirà al 27 di luglio a Linate il cantiere per il rinnovo pista di volo dell’aeroporto milanese di Linate.

L’intervento su Linate è ampio e comprende anche lavori all’aerostazione. Ma nello specifico della pista si occupa Vitali spa,  società di Peschiera Borromeo. La società di gestione dello scalo milanese (SEA) ha aggiudicato al raggruppamento guidato da Vitali gli interventi di ammodernamento delle infrastrutture air side dell’aeroporto di Linate. I lavori riguardano l’intera pavimentazione della pista di volo 18/36, della taxiway «T» nel tratto compreso tra l’area de-icing e la posizione d’attesa intermedia T2, la demolizione di entrambe le testate (oggi n calcestruzzo) ed il rifacimento delle stesse in conglomerato bituminoso e infine la realizzazione di opere civili interrate per aeromobili in sosta sul piazzale Nord.

«Il team Vitali è orgoglioso di questo nuovo progetto perché è un ulteriore riconoscimento del lavoro svolto dal Gruppo: che ormai è riconosciuto come interlocutore ideale perchè in possesso di tutte le competenze tecniche specifiche necessarie per questo genere di intervento. Siamo estremamente soddisfatti e pronti ad iniziare», dice Massimo Vitali, presidente di Vitali. Ribadisce anche Roberto Paganessi, socio di Artifoni: «Un’altra prova alla nostra portata che ci accingiamo ad eseguire con tutte le nostre forze e competenze».

È prevista inoltre la sostituzione di cavidotti, basi e AVL (luci pista) con lavorazioni profonde su tutta la pista e la Taxiway “T” oltre al ricablaggio degli stessi segnali luminosi sostituendo le attuali lampade alogene con segnali a LED.

Vitali, in ATI con la bergamasca Artifoni, avrà il compito di ammodernare le infrastrutture di volo dello scalo di Linate. I lavori avranno inizio a fine luglio. L’eccezionalità del progetto è rappresentata dalle tempistiche strette, prerogativa dei lavori che riguardano gli aeroporti: l’inizio è previsto per il 27 del prossimo mese, con la chiusura della relativa pista e riapertura per il 26 ottobre. In questi 92 giorni si alterneranno team di professionisti per affrontare al meglio le operazioni, 24 ore su 24, sette giorni su sette. L’importo dei lavori è di 16 milioni di euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore