Hackera l’home banking di un’azienda lonatese pronto a rubare 70mila euro

Da un computer in Emilia Romagna era riuscito ad infilarsi nei conti della società di trasporti. Un 50enne sarà perseguito per frode informatica, aveva già preparato i conti esteri sui quali far transitare i soldi

hacker computer

Da un computer in Emilia Romagna era riuscito ad infilarsi nell’home banking di un’azienda di Lonate Pozzolo pronto a prelevare 70mila euro.

Un 50enne è stato fermato dai carabinieri della compagnia di Gallarate prima di riuscire a mettere a segno il colpo, ora si trova con una denuncia della caserma lonatese e sarà perseguito per il reato di frode informatica.

L’hacker emiliano, attraverso un software, era riuscito ad infilarsi nei computer e nel profilo bancario di una società lonatese operante nel settore dei trasporti.

Bucato il sistema, aveva preparato una serie di conti bancari esteri sui quali far transitare 70mila euro che aveva predisposto dal conto della società attraverso bonifico. Il piano è andato in fumo grazie al tempestivo intervento dei carabinieri che sono riusciti a far sequestrare i conti correnti e a recuperare il denaro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 Ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore