Malpensa saluta i “ghisa” di Milano. In tre mesi 2700 sanzioni e migliaia di ore di servizio

Nella mattina di domenica la cerimonia di ringraziamento ai vigili milanesi che per tre mesi hanno affiancato la Polizia Locale di Ferno-Lonate Pozzolo

Generico 2018

La Polizia Locale di Ferno-Lonate Pozzolo saluta i colleghi di Milano, distaccati a Malpensa.

Alle 6 di questa mattina, domenica 27 ottobre, si è chiuso ufficialmente il “bridge”, il periodo di tre mesi di trasferimento dei voli a causa della chiusura per lavori di Linate. E in questa occasione all’Ufficio distaccato del Comando di Polizia Locale dell’Unione dei Comuni Ferno – Lonate Pozzolo (al Terminal 1 di Malpensa) si è tenuta  la breve ma significativa cerimonia di saluto al contingente delle Polizia Locale di Milano.

Al saluto erano presenti oltre al Coordinatore del Contingente della Polizia Locale di Milano Comm. Fiorenzo Ravasio, il presidente dell’Unione Nadia Rosa (sindaco di Lonate Pozzolo), l’assessore alla Sicurezza dell’Unione Filippo Gesualdi (sindaco di Ferno), il Comandate della Polizia Locale dell’Unione Emanuele Mattei, oltre ad una rappresentanza degli Agenti delle due Polizie Locali.

Il presidente dell’Unione Nadia Rosa e l’assessore alla Sicurezza dell’Unione Filippo Gesualdi, hanno salutato e ringraziato il personale di Milano che, nel corso dei tre mesi che hanno interessato l’operazione “bridge”, si è alternato con circa 100 operatori messi a disposizione dal Comune di Milano a supporto del Corpo di Polizia Locale dell’Unione che, per competenza territoriale, quotidianamente gestisce la viabilità sul sedime aeroportuale.

https://www.varesenews.it/2019/10/alitalia-linate-riapre-malpensa-crescere/867340/

Gesualdi ha manifestato parole di apprezzamento e gratitudine per la grande professionalità e la disponibilità espressa dal personale di Milano nonché per la collaborazione proficua prestata in questi mesi anche da parte di altri enti quali il Comando Brigata di Supporto NRDC – IT di Solbiate Olona che ha messo a disposizione, per i primi due mesi, i propri locali per l’alloggio dei contingenti intervenuti, la Polizia di Frontiera dell’Aeroporto di Malpensa per il supporto logistico, l’assessore alla Sicurezza di Regione Lombardia Riccardo De Corato per il contributo di natura economica che ha permesso di organizzare il servizio su più turni, l’Assessore alla Sicurezza del Comune di Milano Anna Scavuzzo ed infine Sea per il supporto tecnico.

Per la Polizia Locale di Milano, il Comm. Fiorenzo Ravasio, coordinatore dell’ultimo contingente, ha speso parole di ringraziamento soprattutto per i colleghi della Polizia Locale dell’Unione per la professionalità, l’accoglienza e la disponibilità dimostrata durante tutto il “bridge”.

Nell’ambito dell’attività di controllo svolta durante il “bridge”, sono state accertate circa 2.700 violazioni al codice della strada e sono stati effettuati numerosi interventi per regolare la viabilità nei momenti di maggior afflusso di passeggeri.
Èstato anche attivato all’interno dell’aerostazione un punto informazioni, presso l’Ufficio distaccato della Polizia Locale, per aiutare i passeggeri in transito presso l’Aerostazione.

Ha concluso Gesualdi: «Anche questa sfida è terminata e con essa tutte le preoccupazioni che ci hanno accompagnato in questi tre mesi. Possiamo dire di avercela fatta, grazie ad una importante sinergia con tutti gli Enti che hanno collaborato e che ha consentito di gestire in maniera efficace e puntuale questo importante evento garantendo la sicurezza e la regolarità della viabilità e dell’accessibilità all’Aerostazione, con la soddisfazione anche dei passeggeri, durante mesi notoriamente critici».
La mattinata si è conclusa con una visita guidata alla torre di controllo grazie alla disponibilità della Direzione ENAV.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 Ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore