Presto le borracce di alluminio anche nelle scuole di Gallarate: quattromila gli studenti coinvolti

Presentata l'iniziativa che porterà le borracce di alluminio negli zaini di migliaia di ragazzi delle scuole di Gallarate

Borracce di alluminio a Gallarate

È partito a luglio il progetto di collaborazione tra il Comune di Gallarate e Alfa, società di gestione del servizio idrico integrato di 123 comuni, per portare le ormai classiche borracce di alluminio nelle scuole gallaratesi.

Oltre quattromila gli studenti coinvolti, in tutte le scuole dell’obbligo primarie e secondarie di primo grado di Gallarate, come ha spiegato l’assessore Palazzi, specificando il significato del progetto: «Questa iniziativa ha un valore spiccatamente educativo: non si tratta di donare un oggetto, sull’onda emozionale dell’opinione pubblica di questo momento. Il progetto è stato portato avanti già da luglio, ed è stato condiviso perché stiamo donando un simbolo che si oppone alla subcultura dilagante dell’usa e getta».
Molto rilevante anche il vistoso logo della città di Gallarate presente sulle borracce presentate in questa occasione, per quanto ancora a livello di prototipo, che saranno presto trasformate in realtà per migliaia di bambini e ragazzi.

Borracce di alluminio a Gallarate

«Abbiamo sposato questo progetto per insegnare il valore del rispetto» ha inoltre aggiunto l’assessore Mazzetti, sottolineando l’aspetto profondamente educativo dell’iniziativa. Qui il tema non è stato divisivo (c’era anche una mozione del Pd già annunciata), come in altre realtà come Cavaria con Premezzoe a differenza della vicina Samarate dove è intervenuta una iniziativa privata.

La volontà di Alfa è di iniziare un percorso sul tema ecologico con i bambini e ragazzi, avvicinandoli ed educandoli ai temi ambientali e della salute legata al consumo dell’acqua pubblica, dall’igiene ormai perfettamente sicura.

A quando le borracce nelle scuole? «Entro fine anno saranno sicuramente distribuite, ottimisticamente anche prima» hanno dichiarato di comune accordo Mazzucchelli -presidente di Alfa- e l’assessore Palazzi, riservandosi un margine di tempo necessario a mettere a punto il progetto, affinché possa essere valido e replicabile in tutti i 123 comuni soci di Alfa.

di lucia.pirola@hotmail.it
Pubblicato il 31 Ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore