Sguardi orgogliosi, strette di mano e il rito dell’acqua: ecco la riapertura di Linate vista dal gate

L'aeroporto di Milano Linate inaugura la nuova apertura dopo i tre mesi di bridge: il racconto dell'evento attraverso i dettagli

linate pista notte

Sembra che non si sia mai fermato l’aeroporto di Linate, a giudicare dal traffico di persone che circonda le entrate degli arrivi, al piano terra. È sabato 26 ottobre 2019, il giorno in cui termina ufficialmente il bridge che per tutta l’estate ha dirottato verso Malpensa tutto il traffico – aereo e non – di Linate. Sono infatti stati tre i mesi di stop prima della riapertura: il tempo necessario per rivedere, ristrutturare e riammodernare i tanti volti dell’aeroporto, tra interventi strutturali, tecnici e tecnologici. La riapertura di ieri è a tutti gli effetti solo l’inizio della rivelazione dell’operato, dato che i lavori di restyling proseguiranno fino al 2021.

La cerimonia di riapertura dell’aeroporto di Linate è stata la degna espressione di un evento di grande rilievo: ben prima delle 18 il lungo hangar al piano più alto è popolato da giornalisti, dirigenti, volti noti in attesa dell’arrivo del volo AZ 2092 da Fiumicino, primo atterraggio dopo i tre mesi di stop.
«Dicono che il volo è in anticipo» si sente mormorare, pochi minuti prima che l’attenzione venga capitalizzata dall’arrivo di Beppe Sala, calamita per sguardi, riprese video e saluti di rito.

Beppe Sala Riapertura Linate

Diverse tavolate ospitano bicchieri, bevande e una imponente struttura a cinque piani prontamente imbandita con i dolci inaugurali destinati ai passeggeri.

La riapertura di Linate

Mancano pochi minuti alle 18.00, quando dalle grandi vetrate del gate si intravede un lontanissimo puntino luminoso nel cielo: «eccolo, eccolo! Stanno arrivando!» è il richiamo che raccoglie tutti i presenti davanti alla pista di atterraggio, dove si fa sempre più visibile l’aereo in avvicinamento. Il velivolo atterra tra gli applausi degli astanti al gate, per poi raggiungere il finger passando attraverso il “battesimo dell’acqua”: due autopompe dei vigili del fuoco hanno incrociato i getti d’acqua creando un arco al passaggio dell’aereo, come gesto benaugurale.

Riapertura di Linate

L’accoglienza dei passeggeri è ricca di felicità e orgoglio, tra brindisi serviti direttamente da Paola De Micheli, ministro delle infrastrutture in quota PD, e il sindaco di Milano Giuseppe Sala; e torta “firmata” Ernst Knam, celebre pasticcere milanese d’adozione.

La riapertura di Linate

L’aeroporto di Linate riapre i battenti, accompagnato da un sottofondo di ripetuti applausi: le strette di mano e gli sguardi d’orgoglio guardano al futuro di un “progetto meraviglioso”, come l’ha definito Paola De Micheli. «È bella Milano e sarà bellissimo il suo aeroporto», ha aggiunto, davanti alle telecamere disposte a semicerchio per carpire tutte le dichiarazioni del ministro. A coronare l’evento, e a sottolineare l’importanza data ad ogni singolo dettaglio nell’investimento e nella riapertura, anche le parole di Sala: «per noi milanesi nella puntualità c’è un grande piacere e abbiamo rispettato i tempi previsti. E a questo punto Malpensa potrà respirare, però dobbiamo ricordarci che ha retto bene e ha dimostrato di avere spazio di crescita, quindi da qua si riparte. Questo è solamente un punto di partenza».

di lucia.pirola@hotmail.it
Pubblicato il 27 Ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore