Asst e City Angels alleati contro le aggressioni in Pronto Soccorso

Al via i nuovi corsi di autoprotezione per il personale degli ospedali di Busto Arsizio e Saronno oltre ad un corso di aggiornamento per l’ospedale di Gallarate

Saronno - presentazione corsi wilding ospedale

La direzione dell’ASST Valle Olona, consapevole che il problema delle aggressioni in Pronto soccorso non può essere ignorato, torna ad avvalersi della professionalità dei City Angels per l’organizzazione di corsi di autoprotezione. Si tratta di corsi di “Wilding”. Il termine, creato dal fondatore dell’associazione di volontariato Mario Furlan, indica l’autodifesa e l’autoprotezione semplice, poiché istintiva, che attinge dalle arti marziali, ma si differenzia da queste in quanto non richiede prestanza fisica o abilità specifiche.

Un primo corso di “Wilding” era già stato proposto lo scorso anno al personale del Pronto soccorso dell’ospedale di Gallarate e un corso di aggiornamento (il “re-training”) verrà effettuato a maggio e ottobre.  Per quanto riguarda i nuovi corsi rivolti agli operatori del Pronto soccorso di Busto e di Saronno, si terranno un totale di quattro edizioni (due per ciascun ospedale) da svolgersi in sette incontri pomeridiani di tre ore l’uno; inizieranno il 12 marzo e termineranno il 3 dicembre con una media di un incontro al mese.

«Quello che divulghiamo si basa sullo studio delle aggressioni che si sono tenute tra Busto e Saronno negli ultimi mesi. Per quanto riguarda gli infortuni e aggressioni complessivi della ASST Valle Olona si sono ridotti del 20% tra il 2017 e il 2019, mentre le denunce di aggressioni al Pronto soccorso, nel 2019, risultano essere diminuite del 37% rispetto al 2018 – ha illustrato con i dati Andrea Bocchieri, dirigente del Servizio Prevenzione Protezione Rischi ASST Valle Olona – Monitoriamo la situazione dal 2010: in media in Pronto soccorso si registrano 100 aggressioni all’anno».

«L’esperienza di Gallarate è stato il punto di partenza per adottare questa tecnica, chiamata “Wilding”, agli altri Pronto soccorso. L’iniziativa non risolve sicuramente la situazione, ma vuole essere un contributo da parte della associazione dei City Angels. Non si tratta di un corso di difesa personale, anche perché in una palestra risulta tutto molto asettico: si fa confusione in una palestra quando cerchiamo di allenarci con un amico, ma la situazione si complica notevolmente quando d’altra parte non ho un amico – ha spiegato Andrea Menegotto, Master coach e coordinatore provinciale dei City Angels – Sono un coach, pertanto posso dire che non c’è una tecnica, ma un percorso da fare per comprendere che non si può cambiare gli altri, ma dobbiamo modificare il nostro atteggiamento facendo tesoro delle esperienze per migliorarsi in situazioni in cui i comportamenti e l’autotutela fanno da padroni. Le parole magiche del corso Wilding sono infatti psicologia e prevenzione».

«La prevenzione per quanto riguarda la direzione del pronto soccorso è fondamentale. Per lavorare su questo tema abbiamo istituito un tavolo aziendale e con questo intendiamo tutelare gli operatori» ha specificato la dottoressa Francesca Crespi, della direzione medica del presidio di Busto Arsizio. È di fondamentale importanza l’iniziativa, rivolta al personale di Busto e Saronno, anche per Rita Baltieri, coordinatrice del Pronto soccorso di Busto Arsizio: «È importante per gli operatori e per la loro attività che avviene a stretto contatto con le persone in una situazione di tensione e ansia per la condizione della loro salute».

Il coordinatore del Pronto soccorso di Gallarate, Massimo Grauso, ha sottolineato la costante problematica nei Pronto soccorso dove è necessario intervenire placando le tensioni degli utenti con una migliore organizzazione: «Ci sono sempre state situazioni critiche, ad oggi sono in aumento, ma è anche vero che sta cambiando la sensibilizzazione. Fondamentalmente oggi ci troviamo a cercare delle soluzioni, anche con dei corsi comunicativi e redazionali, per gli utenti oltre che per gli operatori poiché spesso le situazioni nervose scaturiscono da problematiche organizzative dalle attese lunghe».

Settimana prossima si terrà una prima riunione con il personale del Pronto soccorso di Busto Arsizio per illustrare preventivamente in cosa consisterà il corso “Wilding”.

di
Pubblicato il 05 Febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore