Vacanze ai tempi del Coronavirus? “Certo che sì”, parola di Claudia e Valentina

Dalla loro agenzia viaggi a conduzione familiare, mamma Claudia e la figlia Valentina rassicurano: con dei professionisti alle spalle nessun rischio per i vacanzieri

Generico 2018

Non è la prima volta che il settore turistico si trova ad affrontare momenti delicati, specialmente in caso di eventi drammatici di portata internazionale, e così anche in tempi di Coronavirus l’agenzia viaggi  Bluvacanze di Lavena Ponte Tresa non si ferma, con le titolari che lanciano l’hasthag “#claudiaevalentinacisonoriuscite” sulla loro pagina Facebook, dove raccontano le storie di chi è partito o ha appena prenotato.

Se è vero che la tendenza del marzo 2020 non registra il trend positivo equiparabile agli anni passati nel settore del turismo, vero è anche che nel loro caso nessuno turista ha perso le vacanze programmate magari da tempo e che le prenotazioni in arrivo per l’estate non sono poi così in calo.

“Pensare a viaggiare in questo periodo? Certamente si può fare e affidandosi a dei professionisti esistono diversi strumenti a tutela del viaggiatore, – racconta Valentina – Dei nostri clienti nessuno è rimasto a piedi, grazie al lavoro di agenzia è stato possibile salvare i viaggi anche quando il paese scelto come meta ha deciso di chiudere le frontiere. Come? Chiedetelo alle due ragazze che dovevano essere alle Mauritius e ora sono spaparanzate al sole delle Maldive grazie al nostro lavoro.”

Parafrasando Piero Focaccia potremmo dire che “per quest’anno/ puoi cambiare/ altra spiaggia/ stesso mare”, le clienti infatti pur sempre nell’Oceano Indiano hanno finito per immergersi, solo qualche centinaio di chilometri più in là rispetto al programma iniziale.

“Come agenzia abbiamo un sistema di alert attivo ventiquattrore e aggiornato in tempo reale con le comunicazioni della Farnesina, così possiamo monitorare partenze previste e clienti già in viaggio.” prosegue la titolare, “al momento la maggior parte della clientela è partita, qualcuno ha invece visto “congelare” le vacanze, ma nessuno ha invece perso il pacchetto vacanze prenotato”.

A livello generale tutto il comparto turistico sta poi adottando delle misure volte ad incentivare le partenze in vista della stagione estiva, una su tutte la sospensione delle penali per annullamento. Iniziative che combattono l’incertezza e invitano a pensare con ottimismo sia al presente, dove con qualche accortezza è comunque possibile concedersi qualche giorno di relax, sia ai mesi che verranno, quando si spera che il Covid-19 sia ormai solo un lontano ricordo.

di
Pubblicato il 04 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore