Fase 2, scopri se i marciapiedi della tua città sono sicuri

Una mappa dei marciapiedi di tutto il Varesotto che mostra dove è possibile camminare avendo la certezza di mantenere il distanziamento sociale

Generico 2018

È possibile allontanarsi oltre i 200 metri dalla propria abitazione, magari per recarsi in uno dei negozi o degli esercizi pubblici che hanno riaperto dopo l’inizio della Fase 2. Ma, al di là della mascherina obbligatoria, quanto sono sicuri i marciapiedi delle nostre città? Quanto, in altre parole, consentono di mantenere il distanziamento sociale? La risposta sta in questa mappa:

Sulla mappa sono rappresentati i marciapiedi e i percorsi pedonali di tutto il Varesotto. In azzurro quelli larghi più di 6 metri, lungo i quali mantenere il distanziamento sociale quando si incrocia un altro passante è molto semplice. In rosso invece quelli larghi meno di 2 metri: qui incontrare qualcuno e riuscire a mantenere le distanze di sicurezza è molto più difficile.

Di default la mappa mostra il centro di Varese. Basta però spostarsi, zoomare o inserire nella funzione ‘cerca’ disponibile in alto a sinistra il nome di un altro comune del territorio per muoversi sul territorio. È anche possibile salvare un’immagine, mai che qualcuno volesse utilizzare questa mappa per muoversi in sicurezza in città. Cliccando su ‘Info’ in alto a sinistra appare una legenda che spiega il significato dei colori scelti e contiene i link alle basi di dati utilizzati per costruire la mappa.

A realizzarla è stato Maurizio Napolitano, ricercatore della Fondazione Bruno Kessler di Trento, che ha mappato i marciapiedi di diverse zone della Lombardia con l’obiettivo di fornire a tutti uno strumento utile per camminare in sicurezza mantenendo il distanziamento sociale necessario anche nel corso della Fase 2.

di riccardo.saporiti@gmail.com
Pubblicato il 21 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore