Da Malpensa all’Islanda? Icelandair pronta a ripartire, ma con meno voli

La compagnia riparte, ma con un programma estivo ridotto e con cancellazioni di alcune tratte. Rimane il collegamento su Malpensa

Iceland - l'ultima isola (inserita in galleria)

La crisi Covid-19 impatta in modo pesante su tutte le connessioni aeree, anche su quelle verso una delle mete turistiche “top” degli ultimi anni, l’Islanda.

Icelandair, la compagnia di riferimento della piccola nazione insulare, ripartirà con un piano di 207 voli settimanali, contro 355 pre-Covid.

Alcune tratte vengono completamente cancellate per la summer, come nel caso della Reykjavik Keflavik-Barcelona, della Keflavik-Manchester, del volo su Bergen. La riduzione delle frequenze riguarda comunque tutte le tratte da Reykjavik Keflavik, come ad esempio Dublino, Denver, Copenhagen, Seattle e Anchorage, Zurigo, Berlino.

E l’Italia? La rotta Icelandair Reykjavik Keflavik-Malpensa dovrebbe passare da cinque a tre voli settimanali, un programma comunque non disprezzabile, viste le incertezze che le compagnie e tutto il settore turismo stanno vivendo.

Questo a partire, probabilmente, da luglio e fino ad agosto. Per ora la compagnia opera un programma minimo: di qui a fine maggio sono operati voli per Boston, London Heathrow, Stockholm Arlanda.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 21 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore