Emergenza Covid, dal Governo 300 milioni di anticipo alle compagnie nazionali

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il “decreto Agosto”: 250 milioni ad Alitalia e 50 alle altre compagnie

Malpensa Generiche

250 milioni ad Alitalia, i restanti 50 divisi tra Neos, Blue Panorama e Air Dolomiti. È quanto è previsto dal “decreto Agosto” già pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Ma, se la Commissione europea dovesse negare l’autorizzazione alle compensazioni (il rischio è che venga considerato un aiuto di Stato più che una misura emergenziale) i soldi andranno restituiti entro dicembre e con gli interessi.

I soldi sono stati stanziati «in considerazione del protrarsi dello Stato di emergenza connesso alla pandemia Covid-19», come si legge nel decreto, e «al fine di assicurare l’efficienza, la sicurezza e la continuità del trasporto aereo di linea di passeggeri ed evitare un pregiudizio grave irreparabile alle imprese».

Alitalia, 350 milioni di aiuti in totale

La compagnia di bandiera, oggi in amministrazione straordinaria e che sarà rilanciata – ha spiegato Leonard Berberi sul «Corriere» – con una newco a trazione pubblica con tre miliardi di euro, rientra nella categoria delle «imprese titolari di licenza di trasporto aereo di passeggeri rilasciata da Enac» e che «esercitano oneri di servizio pubblico».

In Italia sono due le compagnie che garantiscono la continuità territoriale: Alitalia, che collega la Penisola alla Sardegna, e Dat, tra la Sicilia e le isole di Pantelleria e Lampedusa. Ma dato che quest’ultima ha licenza danese non soddisfa i criteri imposti dal decreto.

L’importo totale previsto dal Governo italiano per Alitalia è di 350 milioni. 250 sono i soldi che palazzo Chigi intende anticipare alla compagnia. Se la Commissione europea dovesse negare l’autorizzazione (anche in casi simili di altri paesi ha già approvato gli aiuti), Alitalia dovrà restituire i soldi entro dicembre. Altrimenti non sarà tenuta a restituire gli anticipi.

50 milioni a Neos, Blue Panorama e Air Dolomiti

I restanti soldi andranno agli «operatori nazionali in possesso del Certificato di operatore aereo – in corso di validità – e titolari di licenza di trasporto aereo di passeggeri rilasciato da Enac che impieghino aeromobili con una capacità superiore a 19 posti». Rientrano nella categoria Neos (del gruppo Alpitour), Blue Panorama (gruppo Uvet) e Air Dolomiti (compagnia figlia di Lufthansa). Le tre compagnie riceveranno 50 milioni in anticipo dei 130 totali. Per l’eventuale restituzione vale lo stesso discorso di Alitalia: se Bruxelles darà l’assenso non saranno tenuti a ridarli indietro.

di caccianiga.marco@yahoo.it
Pubblicato il 18 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore