Il razzo Vega in orbita grazie alla gomma prodotta dalle calandre della Comerio Ercole

Sui 3 segmenti del motore del vettore prodotto da Avio spa, decollato dalla base di Kourou (Guyana Francese), è stata utilizzata gomma per protezione termica prodotta grazie a un impianto costruito dall'azienda di Busto Arsizio

Generico 2018

Il 3 settembre 2020 alle ore 3.51 italiane dalla base europea di Kourou (Guyana Francese) è stato lanciato con successo Vega, il lanciatore progettato e costruito in Italia dalla società Avio spa di Colleferro. Trenta metri di altezza per tre metri di diametro e oltre 100 tonnellate di pura tecnologia Italiana.

Sui 3 segmenti del motore (chiamati rispettivamente P80, Zefiro 23 e Zefiro 9) del vettore italiano Vega c’è un ampio utilizzo di “gomma supportata” per protezione termica prodotta internamente in Avio utilizzando un impianto speciale progettato e costruito dalla Comerio Ercole. L’azienda di Busto Arsizio ha fornito ad Avio l’impianto di calandratura, con calandra di precisione micrometrica a più cilindri forati perifericamente con brevetto Rollblock Plus e con innovativo posizionamento idraulico Hydrogap.
La fornitura completa comprende anche l’impianto di mescolazione della gomma dalle caratteristiche particolari composto da un mescolatore interno con speciale geometria dei rotori da 100 litri ed un mescolatore a cilindri equipaggiato di posizionamento idraulico Hydrofit.

«Siamo molto orgogliosi di avere contribuito al successo di questo importantissimo progetto Europeo: un mix di grande tecnologia, passione, costanza e determinazione» così commenta Riccardo Comerio, ceo della Comerio Ercole, che ricorda con piacere come questa non sia la prima volta. «La nostra azienda già nel lontano 1969 – prosegue Comerio – ha contribuito a portare in orbita con la missione Apollo 11 la propria tecnologica avendo fornito al gruppo americano legato alla Nasa macchine da ricamo e la relativa tecnologia per la produzione dei famosi stemmi posti sulle tute degli astronauti»

La Comerio Ercole, che promuove qualità e tecnologia dal 1885, attualmente costruisce impianti completi di calandratura ad alta precisione con costanti innovazioni tecnologiche, vantando distinti brevetti internazionali nei comparti della lavorazione della gomma (settore pneumatici e nastri trasportatori in particolare – con oltre 1000 referenze nel mondo di impianti completi per produzione di tele gommate tessili e metalliche per pneumatici radiali autovettura, camion e movimentazione terra), materie plastiche (settore farmaceutico e pubblicità) e tessuti non tessuti (settore medicale con calandre giganti per la produzione di teli termosaldati per camici e mascherine chirurgiche di protezione).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore