Pro Patria, pareggio di lusso contro il Torino

Il gol dell'ex Riccardo Colombo permette ai tigrotti di ottenere un 1-1 di prestigio nell'amichevole svolta all'Olimpico Grande Torino

torino pro patria amichevole

Il primo gol della stagione 20/21 della Pro Patria è tutto di Riccardo Colombo, non uno a caso, non un gol a caso. I tigrotti strappano un prestigioso 1-1 al Torino, che nonostante il dominio esercitato su buona parte di gara non riesce a concretizzare. Le occasioni per i granata non mancano, anche perché vanno al doppio dei bustocchi: la partita sembra cambiare nei primi minuti di ripresa, quando Greco para un rigore a Berenguer e Javorcic mette Fietta al centro della difesa. Si registra infatti molta meno sofferenza, più grinta e tempismo nelle letture difensive. Se potete, poi, andate a vedere il gol di Colombo: in questo stadio che gli è familiare ha tirato fuori un coniglio dal cilindro. Segnali di crescita di tutto il gruppo sono un buon presupposto per la stagione che verrà, con la Pro che, in questo frangente, si è confermata una squadra ostica anche davanti ai giganti.

Parte bene la Pro, che al primo possesso della partita trova subito il tiro, con Parker, che viene murato da Buongiorno in calcio d’angolo. Al 7’ Le Noci ha subito un occasione per colpire su punizione, ma la sua conclusione non si abbassa abbastanza. Il Toro pian piano viene fuori e oscura completamente il gioco dei bustocchi: all’11’ due corner sono neutralizzati rispettivamente da Molinari e Mangano. Attivissimo Berenguer che dalla trequarti si abbassa sulla linea dei centrocampisti per prendere palla ed inventare. Al 14’ combina con Izzo, che, ritrovatisi in area, cerca l’asti in mezzo trovando un muro di maglie biancoblù. Poco dopo sempre lo spagnolo cerca sul secondo palo Zaza, che viene anticipato da Galli. Al 20’ i granata producono la prima vera occasione del match, con Zaza che sugli sviluppi di un angolo riesce a calciare di controbalzo. Solo un grande Mangano nega il gol all’11 del Toro. Due serie di differenza si vedono eccome: la squadra di casa tiene saldamente il possesso, costringendo i tigrotti a difendersi come possono. Al 27’ sempre Berenguer dalla bandierina trova l’incornata fuori misura di Nkoulou. Passano tre minuti e i granata trovano un gol che era sempre più questione di tempo: passaggio filtrante di Berenguer che taglia fuori tutta la difesa bustocca per Zaza, che, da solo davanti a Mangano, lo supera e deposita in rete. Dopo altri 15 minuti di dominio, la Pro in chiusura di primo tempo ha un’altra occasione con Le Noci, sempre da punizione, sempre pericolosa ma non precisa.

Ad inizio secondo tempo il Toro rivoluziona la difesa, mentre Javorcic opta per un solo cambio. Preme il Toro che al 5’ ha un’occasione su punizione con Berenguer. Bella la parabola che costringe Greco al tuffo. Poco dopo Scarpa vede un fallo di mano in area tigrotta: è rigore per i granata. Della battuta si incarica lo stesso Berenguer, che però calcia malissimo e permette a Greco di parare il penalty. Da qui la partita cambia, complice l’inserimento di Ghildi e Fietta che danno quel piglio in più per non subire troppo e ripartire palla al piede. Arriva così, dopo una girandola di cambi granata, il super gol dell’ex: cross di Galli dalla sinistra che pesca sul secondo palo Colombo, il cui tiro al volo si insacca all’angolino e fa 1-1. A questo punto al Toro tocca attaccare a testa bassa. Al 22’ una combinazione Falque-Edera spaventa Greco, che però guarda il tiro di quest’ultimo uscire a lato. Due minuti dopo è Ghioldi a sbagliare un rigore in movimento propiziato da un ottimo suggerimento di Galli. Ancora Toro però che questa volta arriva alla conclusione con Rauti, che non trova la porta. Sono poco precisi in fase di costruzione i granata, che così permettono alla Pro di essere sempre ben piazzata. Rauti ha un’altra occasione, al 36’, che questa volta viene neutralizzata da Greco. Sul finire di partita Javorcic inserisce un bel pacchetto di giovani che, nonostante il pressing avversario, riesco a portare a casa il pareggio.

TORINO FC – AURORA PRO PATRIA 1919 1 – 1 (0 – 1)
Marcatori: 29′ p.t. Zaza (TOR), 21′ s.t. Colombo (PP).
TORINO FC (4-3-1-2): Milinkovic-Savic (1′ s.t. Rosati); Izzo (1′ s.t. Fiordaliso), Nkoulou (20′ s.t. Djidji), Buongiorno (1′ s.t. Bremer), Ansaldi (1′ s.t. Celesio); Meite, Rincon (20′ s.t. Kone), Aina (20′ s.t. Segre); Berenguer (20′ s.t. Iago Falque); De Luca (20′ s.t. Rauti), Zaza (20′ s.t. Edera). A disposizione: Zaccagno, Ferigra. All. Giampaolo.
AURORA PRO PATRIA 1919 (3-5-2): Mangano (1′ s.t. Greco); Molinari (35′ s.t. Gatti), Lombardoni (11′ s.t. Fietta), Boffelli (43′ s.t. Ballarini); Cottarelli (28′ s.t. Spizzichino), Colombo (35′ s.t. Ferri), Bertoni (43′ s.t. Piran), Brignoli (1′ s.t. Ghioldi), Galli (43′ s.t. Pisan); Le Noci (25′ s.t. Parker (35′ s.t. Dellavedova)), Parker (20′ s.t. Banfi). A disposizione: Di Lernia, Compagnoni, Kolaj. All. Javorcic.
ARBITRO: Eugenio Scarpa di Collegno (Giorgio Ravera della Sezione di Lodi e Roberto Allocco della Sezione di Bra).
Angoli: 8 – 4. Recupero: 0′ p.t. – 3′ s.t. Note: Giornata fresca e nuvolosa. Terreno di gioco in ottime condizioni. Al 10′ s.t. Greco ha parato un rigore a Berenguer.

di
Pubblicato il 02 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore