“Qui contano le persone, non le sparate di Salvini”

Claudio Brovelli con Sinistra per Somma ha ottenuto oltre l’11%: è il dato più sorprendente delle elezioni. “Qui è crollata la politica di Salvini: tolti gli immigrati non hanno argomenti”

Claudio Brovelli

«Qui a Somma Lombardo c’è un elettorato molto vicino alla politica locale e ai suoi rappresentanti. Si scelgono le persone, oltre ai simboli. Questo risultato premia l’operato della giunta Bellaria». Claudio Brovelli commenta a caldo il risultato delle elezioni amministrative di Somma Lombardo, che hanno visto un successo ampio e indiscusso della coalizione di Stefano Bellaria, sopra il 60%.

Se il primo posto era ampiamente prevedibile – considerata la scissione all’interno del centrodestra – l’obiettivo dell’amministrazione uscente era di evitare il secondo turno e il ballottaggio. Obiettivo raggiunto anche grazie all’ottimo risultato delle tre liste civiche a supporto: Somma Civica, Somma al Centro e Sinistra per Somma, tutte e tre attorno all’11%, dietro al Partito Democratico primo partito in città al 25%.

«È una vittoria non solo del candidato sindaco ma dell’intera coalizione» afferma Brovelli, già primo cittadino sommese dal 1995 al 2005. «Somma è un Comune con un elettorato vicino ai propri rappresentanti. È una città ma nello stesso tempo un paese; conoscere la persona ha ancora un valore. E spesso i risultati differiscono dai dati nazionali: io vinsi un ballottaggio quando Formigoni prese il 62 in Regione (nel 2000, ndr)».

«Anche qui a Somma – continua Brovelli – è crollata la politica di Matteo Salvini. Una volta tolti gli immigrati, non hanno più argomenti. Quando il senatore Stefano Candiani è venuto qui a fare quelle dichiarazioni ha fatto un autogol clamoroso, volevo invitarlo ancora (scherza, ndr)».

di caccianiga.marco@yahoo.it
Pubblicato il 22 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore