Varese News

Da Busto Arsizio a Castano Primo per chiedere una pista ciclabile su viale della Resistenza

Gli attivisti di Busto Arsizio hanno disegnato una bici sull'asfalto e hanno deposto un mazzo di fiori per chiedere la realizzazione di una pista ciclabile dove una settimana fa è deceduta una 76enne in bicicletta

Fino a Castano Primo per ricordare una ciclista vittima della strada. Un gruppo di attivisti di Legambiente-Busto Verde ha raggiunto, rigorosamente in bicicletta, il luogo in cui settimana scorsa una donna è stata investita e ha perso la vita mentre viaggiava sulla sua bicicletta, avvenuto in viale della Resistenza.

Con una bomboletta hanno disegnato una bicicletta sulla carreggiata e deposto dei fiori con l’intento di attirare l’attenzione sul problema della mancanza di percorsi ciclabili sicuri nelle nostre città.

In una ordinaria domenica di ottobre, fortemente motivati a voler ricordare l’ennesima tragedia che ha travolto una ciclista (Castano Primo), un manipolo di irriducibili soci di BustoVerde si è fatto 30 km A/R per portare (Castano primo) dei fiori e disegnare una bicicletta. Il tutto su una strada provinciale dove le macchine sfrecciano come in un autodromo e la carreggiata è fiancheggiata da ampi spazi che potrebbero ospitare una meravigliosa pista ciclabile. Chissà se la traccia della bicicletta e i fiori lanciati in ricordo porterà ad una riflessione automobilisti ed amministratori!

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore