Varese News

Droga e bilancini, denunciato per spaccio in Piazza Risorgimento

Pochi grammi di hascisc e cocaina, ma la presenza di contanti e bilancini ha portato alla denuncia anche per spaccio. Controlli anche in centro pedonale

polizia notte

Una denuncia per spaccio in piazza Risorgimento a Gallarate.

Gli agenti del Commissariato di Gallarate, nella serata di sabato scorso, mentre stavano effettuando i controlli di rito in un bar di piazza Risorgimento, hanno colto uno degli avventori – un ventiseienne tunisino, in Italia senza fissa dimora – in possesso di 4,80 gr. di Hashish e 0,45 gr. di Cocaina.

Per il giovane è scattata la denuncia in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio, perché oltre alle sostanze, peraltro detenute già in dosi pronte alla vendita al dettaglio, aveva con sé una discreta somma di denaro suddivisa in tagli da 20 e 10 euro e ben due bilancini di precisione perfettamente funzionanti, materiale sicuramente riconducibile a tale attività criminosa.

La zona di Piazza Risorgimento è ormai da anni sotto osservazioni per fenomeni di degrado, sempre più diffusi, per la presenza di persone con problemi di dipendenze che bivaccano in zona di giorno, di notte anche per alcuni episodi di spaccio.

Alle successive 02.10, gli Agenti delle Volanti hanno proceduto al controllo di un gruppo di giovani che, a piedi, percorreva la via Turati in direzione di piazza Garibaldi. Uno di questi ragazzi, che camminava in coda al gruppetto, è stato subito notato dagli operanti in quanto non stava indossando alcun tipo di protezione delle vie respiratorie. Il giovane, un ventiduenne marocchino, è stato pertanto sottoposto a controllo, nel corso del quale ha dichiarato le proprie generalità, senza però esibire alcun documento di identità. Il soggetto è stato quindi accompagnato presso il Commissariato per arrivare alla sua identificazione. Il giovane è stato denunciato per la violazione dell’art. 6 comma 3 del Dlgs 286/98, che sancisce l’obbligo per gli stranieri di portare sempre con sé i documenti identificativi; oltre a ciò gli è stata altresì contestata la violazione dell’art. 4 comma 1 D.L. 19/2020 poiché in spazio pubblico ed in presenza di assembramento spontaneo, ha omesso di coprire le vie respiratorie con idoneo dispositivo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore