La Venezia liberata di Andrea Segre

Nella città lagunare per girare un documentario, il regista è rimasto bloccato per il lockdown. Ne è nato "Molecole", un film dedicato alla memoria del padre e che mostra una Venezia inedita: giovedì al cineforum

Generico 2018

Al Cinema delle Arti giovedì prossimo 8 ottobre il regista Andrea Segre, con il film Molecole interpretato da Elena Almasi, Maurizio Calligaro, Gigi Divari, ci accompagna in una Venezia deserta in cui emerge il ricordo di suo padre, un fisico chimico, studioso delle molecole.

A febbraio 2020 il regista è a Venezia, città d’origine di suo padre Ulderico, per girare un documentario e lavorare su un’opera teatrale che cercano di affrontare due temi molto importanti per la città: il turismo e il fenomeno sempre più ricorrente e devastante dell’acqua alta. La pandemia lo blocca in città e ne muta i piani. Ne nasce un film in cui la figura paterna diviene dominante.

Segre ci fa attraversare la città accompagnati da chi ci vive, ne conosce i problemi ma non intende lasciarla come tanti hanno fatto. Ci mostra una Venezia finalmente ‘liberata’ dal suo problema maggiore, il turismo di massa, però ora si trova immersa in un silenzio quasi irreale e, se non prova nostalgia del recente passato, avverte almeno un certo stupore che resta in attesa di una maggiore focalizzazione.

Quella che invece progressivamente si afferma e si realizza è la figura di un padre rievocato con immagini da film amatoriale la cui vita viene rivisitata con il bisogno di capire e penetrare il senso intimo di quell’invisibilità che permea non solo la materia ma anche le relazioni umane.

Il film verrà introdotto e commentato dal critico cinematografico Gabriele Lingiardi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore