Il Belvedere di Palazzo Lombardia si illuminerà di blu per i diritti dei bambini

Anche Regione Lombardia aderisce campagna mondiale di Unicef, che ha acceso i monumenti più celebri al mondo, per la ricorrenza della Convenzione sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza

palazzo lombardia

Questa sera – venerdì 20 novembre – il Belvedere di Palazzo Lombardia, si illuminerà di blu.

Lo ha deciso Regione Lombardia aderendo alla campagna mondiale di Unicef, che ha acceso i monumenti più celebri al mondo, dal parco archeologico di Petra in Giordania al Taj Mahal in India sino al Ponte sul Bosforo ad Istanbul.

Oggi si celebra infatti la ricorrenza della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (1989).
Lo ha deciso Regione Lombardia aderendo alla campagna mondiale di Unicef, che ha acceso i monumenti più celebri al mondo, dal parco archeologico di Petra in Giordania al Taj Mahal in India sino al Ponte sul Bosforo ad Istanbul.

Oggi si celebra infatti la ricorrenza della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (1989).

E Unicef, come ogni anno, propone il progetto ‘Go Blue’, che si concretizza in una giornata in cui tutti i palazzi delle istituzioni che aderiscono all’iniziativa si illuminano di blu o proiettano la scritta ‘For every child’, al fine di sollevare l’attenzione dei cittadini sui diritti dei minori.

«Mai come quest’anno – ha commentato il presidente Attilio Fontana – a causa della pandemia di Covid-19, la felicità, la salute e il futuro di tantissimi bambini sono a rischio. Regione Lombardia ha deciso di accendere un faro su questo tema, contribuendo così a portare avanti un’importante e suggestiva campagna di sensibilizzazione».

«I diritti dei bambini e degli adolescenti non vanno dimenticati. Le difficoltà in cui tanti di essi si trovano purtroppo a vivere quest’anno, anche a causa della sospensione di giorni di scuola, o, per quelli più grandi, della necessità della didattica a distanza che condiziona la loro socialità – ha detto l’assessore alla Famiglia, Genitorialità e Pari Opportunità Silvia Piani – sono un problema concreto che occorre tenere presente anche per prevenire situazioni di abbandono o di conflitto nelle famiglie più fragili. Le istituzioni devono presidiare il benessere dei minorenni e avere sempre un’antenna per comprendere il loro eventuale disagio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore