Pagelle delle scuole: il Curie scalza Tosi e Ferraris al vertice dei licei scientifici. Per il classico confermati Crespi e Legnani

È on line Eduscopio, la guida all'orientamento per le superiori della Fondazione Agnelli. Una graduatoria tra gli indirizzi che aprono al percorso universitario

Primo giorno di scuola a Varese

È on line Eduscopio, il motore di ricerca che mette a confronto i risultati ottenuti dalle scuole di tutt’Italia secondo alcuni indicatori.

Il principale è l’indice FGA che mette insieme la media dei voti e i crediti ottenuti normalizzati in una scala che va da 0 a 100, dando un peso pari al 50% ad ognuno dei due indicatori
La media dei voti è un indice, normalizzato per tenere conto del diverso grado difficoltà dei corsi di laurea e degli esami sostenuti, che ci dice qual è la media dei voti universitari ottenuti dagli studenti della scuola (per i dettagli vedi Dati e Metodologia)
I crediti ottenuti è un indice, normalizzato per tenere conto del diverso grado difficoltà dei corsi di laurea, che ci dice quanti crediti universitari sono stati ottenuti dagli studenti della scuola in percentuale sui crediti previsti al primo anno di corso

C’è poi l’indicatore dei diplomati che ci dice quanti studenti iscritti al primo anno in questa scuola hanno raggiunto senza bocciature il diploma 5 anni dopo. Se è alto, la scuola è molto inclusiva e gli studenti hanno avuto percorsi regolari. Se è basso, la scuola è molto selettiva e gli studenti sono incappati in bocciature e/o hanno abbandonato il corso di studi.

LICEO CLASSICO
Tra i licei che insegnano lettere antiche, il Daniele Crespi di Busto si conferma leader con il punteggio assegnato di 84.78
Segue il Legnani di Saronno con 83.94; il Giovanni Pascoli di Gallarate con 78.81 e il Caroli di Varese con 76.08
(Ricordiamo che in provincia di Varese solo il Cairoli è un liceo classico puro con sette sezioni mentre gli altri ne hanno una o due).
Tra le scuole più inclusive il primo posto spetta al Cairoli con indice 75, seguono il Pascoli con 71.3, il Crespi con 71,1 e il Legnani con 69.5

LICEO SCIENTIFICO
Guida la classifica il Marie Curie di Tradate con 87,92 punti che scalza dalla prima posizione l’Arturo Tosi di Busto Arsizio che ottiene 86.95.
Seguono il Ferraris di Varese con 85,47, il Grassi di Saronno con 85.09, il da Vinci di Gallarate con 77,63, il liceo Manfredini di Varese con 76,52, il Sereni di Luino con 75, il liceo Valceresio con 73.87 e lo Stein di Gavirate con 71.03. Chiude il Dalla Chiesa di Sesto Calende con 62,53:
Se guardiamo alla tabella dell’inclusione è il liceo Manfredini di Varese ad avere il punteggio più alto con 78,3. Il Curie ottiene 71,8 punti, il Da Vinci 68,4, il Grassi 66,2, il Tosi 64,1, il Ferraris 64,9

Per l’indirizzo Scientifico tecnologico il testa a testa è tra il Grassi che supera di pochissimo il Ferraris: il primo ottiene 80,13 e il secondo 80.09. Ci sono poi il Sereni con 74,6 il Geymonat di Tradate con 68,38, il Manfredini di Varese con 61,58.

LICEO SCIENZE UMANE
Il primato spetta ancora al Curie di Tradate che ottiene 73,27. Seguono il Manzoni di Varese con 70,27, il Legnani di Saronno con 70,23, il Crespi di Busto con 69,83. Con 60,42 punti c’è il Sereni di Luino.
Al Crespi di Busto spetta, invece, il primato per la voce “inclusione” con il punteggio di 73,6 seguito dal Curie con 64,4, dal Sereni con 55,7 e dal Manzoni con 54,4

LICEO SCIENZE UMANE – ECONOMICO SOCIALE
La classifica è guidata dal Manzoni di Varese che ottiene 60,07 punti e precede di pochissimo il Curie di Tradate che ha 59,29. Seguono il Legnani di Saronno con 57,86 e il Dalla Chiesa di Sesto con 47,19.
Se guardiamo all’indice di inclusione , il primato spetta al Legnani di Saronno che ottiene 69,4 seguito dal Curie con 56, dal Dalla Chiesa con 55,9 e dal Manzoni con 55,5

LICEO LINGUISTICO
Guida la graduatoria il Manzoni di Varese che ottiene 74,54 e precede il Crespi di Busto con 74,46. Al terzo posto il Legnani di Saronno con 73,21 e il Curie di Tradate con 70,6. Ottiene 67.82 il Sereni di Luino mentre chiudono la classifica il Gadda Rosselli di Gallarate con 62,71 e il Rosetum di Besozzo con 57,59
Classifica diversa, invece, se guardiamo alla voce “diplomati in regola” dove al primo posto troviamo il Crespi con 71,1 seguito dal Sereni con 73,8 e dal Gadda Rosselli con 73,4 e chiude il manzoni con 55,2

LICEO ARTISTICO
Tre i soli percorsi liceali in provincia con il Frattini di Varese che ottiene 63,04, il Candiani di Busto 61,69 e il Don Milani di Tradate con 54,37.
Stessa graduatoria anche per l’indice di inclusione con il Frattini che ottiene 61 punti, il Candiani 60 e 44,7 il Don Milani

TECNICO ECONOMICO
Se guardiamo all’andamento dei diplomati che proseguono il percorso universitario, l’istituto che guida la classifica è l’Enrico Tosi di Busto Arsizio con 65,22 punti e precede il Volontè di Luino che realizza 62,03 punti. Troviamo poi il Don Milani di Tradate con 59,6, il Daverio Casula di Varese con 57,17, il Montale di Tradate con 56,09, il Gadda Rosselli di Gallarate con 55,43, lo Stein di Gavirate con 54,66, lo Zappa di Saronno con 50,59, il Keynes di Gazzada Schianno ( una sezione) con 48,9, il Valceresio di Bisuschio con 43,84.
Il Tosi guida anche la graduatoria relativa ai diplomati in regola con il punteggio di 69,6 seguito dal Montale con 61,6, dal Keynes con 60,7 e dal Valceresio con 52,7

TECNICO TECNOLOGICO
I migliori diplomati che proseguono la formazione universitaria sono quelli del Keynes di Gazzada che ottiene 66,05. Seguono quelli del Facchinetti di Castellanza con 63,77, dello Zappa di Saronno con 55,83, del Don Milani di Tradate con 55,65, del Riva di Saronno con 55,12, del Dalla Chiesa di Sesto con 54,34 e lo Stein di Gavirate con 54,11. Fanalino l’indirizzo CAT del Daverio Casula che ottiene 53 punti.
Diversa è la graduatoria sull’inclusione dove spiccano i voti di Stein con 51,2, Riva con 50, Daverio Casula con 45,3, Don Milani con 41,9 e Zappa con 41,3.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore