Sconfitta beffarda per la Pro Patria, la Pro Sesto passa 2-1 allo “Speroni”

In vantaggio con Parker, il primo tempo termina sull'1-1. Nella ripresa Parker e Kolaj sbagliano buone occasioni e i milanesi colpiscono nel recupero con Pecorini. Espulsi per proteste Turotti e Javorcic

Calcio, Pro Patria - Pro Sesto 2020

Sconfitta che sa di beffa per i tigrotti quella subita oggi contro la Pro Sesto. Un 2-1 che si è sviluppato durante una partita tesa, dove la Pro Patria ha fatto vedere buonissime cose nel primo tempo ma che non ha saputo poi concretizzare le occasioni create per trovare la vittoria. Il gol di Pecorini nei minuti di recupero regala così agli ospiti la quarta vittoria consecutiva e la vetta della classifica. La Pro Patria invece incappa nella seconda sconfitta in campionato e, con una partita da recuperare, si attesta all’undicesimo posto. Così per dire, in caso di vittoria avrebbero agganciato il secondo posto. Avranno modo di rifarsi subito i tigrotti, visto che mercoledì è in programma la sfida con il Piacenza.

IL PRIMO TEMPO – L’inizio della partita è intenso, con una Pro Sesto aggressiva già dai primi secondi. Al 2’ la battuta da calcio d’angolo di Franco trova Palesi al limite dell’area. L’ex della partita si coordina come può ma il suo tiro finisce altissimo. Il pressing alto degli avversari sembra efficace, almeno fino a quando Boffelli, per uscire da una situazione complicata, lancia in avanti. Con un bel movimento di squadra la palla arriva a Kolaj, che appena prima di entrare in area serve sulla destra Spizzichino il cui cross basso e teso viene convertito in gol da una spaccata di Parker. Il vantaggio tigrotto dura però poco, visto che all’11’ la Pro Sesto trova il pareggio. Da un angolo battuto corto, Franco accentrandosi esplode un bellissimo tiro a giro che finisce sulla traversa. Più veloce di tutti Gualdi mette dentro da mezzo metro. I biancoblù ci provano poi pochi minuti dopo, con un tiro da fuori di Parker controllato da Livieri. Poi sempre da fuori calciano Gatti e Nicco, ma ambedue i tiri non creano problemi al portiere avversario. Quello di Kolaj, in un momento di assedio intorno al 26’, è decisamente più pericoloso e lo costringe al tuffo. È una partita intensa, nella quale la Pro Patria si esprime bene palla a terra e la Pro Sesto si chiude e cerca la stoccata in contropiede. Di occasioni vere e proprie non ne arrivano più e il grosso della gara si sviluppa a centrocampo, con i padroni di casa che sporadicamente arrivano nei pressi dell’area avversaria per venire chiusi dai difensori.

LA RIPRESA – I tigrotti tornano bene dagli spogliatoi e dopo pochi secondi Parker, ben lanciato in area, con il destro colpisce il palo interno. Al 4’ ancora Pro (la nostra) in avanti con Kolaj che entra in area da sinistra e arriva davvero vicino alla porta per poi calciare male e fuori. Nonostante questo inizio frizzante, la partita si appiattisce presto. I padroni di casa hanno il pallino del gioco in mano, ma manca il guizzo dell’ultimo passaggio in grado di rompere l’impasse. Ci prova Kolaj duettando con Parker o Galli, ma gli errori e la tenacia della difesa avversaria vanificano questi sforzi. È una partita tesa, percezione forse ampliata dallo stadio vuoto ma che si nutre anche delle interpretazioni non sempre chiare del direttore di gara soprattutto verso la fine del match. Il chiaro segno delle recriminazioni tigrotte sono le espulsioni prima del direttore sportivo Sandro Turotti e poi di mister Ivan Javorcic, che hanno mal digerito la gestione – soprattutto nel secondo tempo – della gara da parte del direttore. Il gol-beffa arriva al 47’, dopo la battuta di una punizione che genera un batti e ribatti in area e che solo la zuccata di Pecorini riesce a convertire in gol.

PRO PATRIA – PRO SESTO   1 – 2   (1 – 1)

Marcatori: 5′ p.t. Parker (PPA), 12′ p.t. Gualdi (PSE); 47′ s.t. Pecorini (PSE).

PRO PATRIA (3-5-2): 1 Greco, 6 Gatti, 19 Lombardoni, 13 Boffelli; 17 Spizzichino (11′ s.t. 15 Pizzul), 20 Nicco (29′ s.t. 16 Fietta), 14 Bertoni, 3 Galli, 7 Cottarelli; 11 Kolaj (29′ s.t. 24 Latte Lath), 9 Parker (40′ s.t. 10 Le Noci). A disposizione: 12 Mangano, 2 Compagnoni, 8 Brignoli, 18 Piran, 25 Ferri, 26 Dellavedova, 27 Pisan, 30 Castelli. All. Javorcic.

PRO SESTO (4-3-3): 22 Livieri; 23 Giubilato, 5 Pecorini, 19 Caverzasi, 32 Franco; 8 Gualdi (25′ s.t. 29 Marchesi), 4 Gattoni, 7 Palesi (35′ s.t. 6 Di Munno); 11 Cominetti (14′ s.t. 9 De Respinis), 18 Mutton (35′ s.t. 14 Ntube), 10 Scapuzzi (35′ s.t. 28 Maffei). A disposizione: 1 Del Frate, 3 Maldini, 16 Miscioscia, 21 Parrinello, 24 Costa, 25 Bosco. All. Parravicini.

ARBITRO: Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno (Ferrari e Marchetti. IV uomo: Luciani della Sezione di Roma 1).

Angoli: 0 – 2. Recupero: 0′ p.t. – 4′ s.t. Ammoniti: Kolaj, Parker, Javorcic, Lombardoni (PPA); Caverzasi, Giubilato (PSE). Espulsi: al 37′ s.t. per proteste il Direttore Sportivo della Pro Patria Sandro Turotti e al 48′ s.t. per proteste l’Allenatore della Pro Patria Ivan Javorcic. Note: Serata fresca e serena . Terreno di gioco in ottime condizioni. Gara disputata a “porte chiuse”.

di
Pubblicato il 08 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore