Varese News

A Ferno arrivano 428 borracce per gli alunni delle scuole

Una iniziativa voluta dal Consiglio Comunale dei Ragazzi, nel segno del rispetto per l'ambiente e dell'uso corretto delle risorse

Consegna Borracce Samarate

Una borraccia in alluminio per ciascuno degli studenti della scuola primaria “Monsignor Bonetta” e della scuola secondaria di primo grado “Benedetto Croce”. In tutto 428 borracce, 166 alla scuola primaria e 262 alla secondaria, distribuite nelle classi lunedì mattina su iniziativa del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Ferno (foto d’archivio=.

Ogni borraccia è stata accompagnata dalla consegna di una lettera firmata dal sindaco dei ragazzi Tommaso Desca e da tutti i baby consiglieri: «Uno degli obiettivi del nostro programma elettorale – si legge – è stato sin da subito quello di promuovere una campagna di sensibilizzazione sui temi dell’ecologia e sul corretto utilizzo delle risorse ambientali. In quest’ottica, abbiamo pensato di regalare a ciascuno di noi studenti una borraccia di alluminio, come segno tangibile e concreto del nostro impegno ambientale alla ricerca di soluzioni “sostenibili” anche all’interno delle nostre scuole».

Sin dalla campagna elettorale e poi durante le riunioni del consiglio eletto, le proposte dei baby consiglieri si sono concentrate, tra gli altri argomenti, sulla tematica dell’ambiente e su soluzioni “sostenibili”, ecologiche nel rispetto di ciò che ci circonda. Da qui l’idea del CCR di regalare a tutti i compagni di scuola una borraccia in alluminio in alternativa alla plastica e anche nell’ottica di favorire l’utilizzo dell’acqua della rete.

“È un gesto semplice – prosegue lo scritto del CCR – che speriamo possa essere un messaggio anche per tutti gli adulti che ci stanno vicino: diamoci da fare insieme per migliorare il futuro di tutti!”.

In questo periodo difficile, il Consiglio dei Ragazzi, pur non potendosi ritrovare in presenza ma solo “virtualmente”, non ha smesso di lavorare e, sotto la guida del referente Matteo Locatelli e delle insegnanti di riferimento, ha lanciato diverse proposte tra cui questa, lodevole, delle borracce immediatamente raccolta dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione che si è adoperato per poter consentire ai baby consiglieri di poterla concretizzare.

«Sono dei ragazzi speciali – commenta l’assessore alla Pubblica Istruzione Sarah Foti – che si impegnano in maniera altrettanto speciale per il raggiungimento dei loro obiettivi, con una invidiabile consapevolezza del proprio ruolo genuinamente e straordinariamente consci del fatto che solo l’unione e la collaborazione possa portare a risultati soddisfacenti per il bene di tutti. Aver in qualche modo contribuito alla realizzazione di uno dei loro progetti è stata fonte di orgoglio e grande soddisfazione».

Giusto il tempo di un meritato riposo per le festività natalizie e poi di nuovo all’opera. La prossima riunione dei baby consiglieri è già in programma per il 7 gennaio. Prossime tappe: sperimentazione in prima persona della vita istituzionale per conoscere più da vicino la macchina amministrativa e percorsi di coinvolgimento dei propri coetanei nel mondo della cosiddetta cittadinanza attiva.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore