Arrivati all’ospedale di Varese i vaccini per il personale dei reparti covid e dei pronto soccorso

In provincia i vaccini sono arrivati anche all'Asst Valle Olona, che la prossima settimana inizierà a somministrare le dosi al proprio personale

Arrivati all’ospedale di Varese i vaccini per il personale dei reparti covid e dei pronto soccorso

Sono arrivati all’ospedale di Varese i vaccini per il personale dei reparti covid e dei pronto soccorso di tutta l’azienda ospedaliera. Le procedure di vaccino, partite simbolicamente domenica 27 dicembre, inizieranno giovedì 31 dicembre.

In provincia i vaccini sono arrivati anche all’Asst Valle Olona, che la prossima settimana inizierà a somministrare le dosi al proprio personale. Verso le 9 sono arrivate circa 2000 dosi di vaccino tra Busto e Gallarate che hanno i due frigo a -70°: la campagna vaccinale per il personale è già programmata con la fase di informazione ai dipendenti che potranno esprimere una preadesione alla vaccinazione collegandosi al portale dipendente. Le vaccinazioni dovrebbero partire con 3 ambulatori a Busto e Gallarate e 1 a Saronno da lunedì 4 gennaio.

La notizia dell’arrivo delle dosi era stata comunicata dall‘assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera: «Secondo quanto riferito dall’azienda Pfizer e dalla struttura del Commissario per l’emergenza, domani mercoledì 30 dicembre, arriveranno in Lombardia 94.770 dosi di vaccino Anti-Covid, che verranno immediatamente distribuite nei centri HUB. Si prevede di iniziare le somministrazioni a partire da giovedì 31 dicembre».

«In base alle informazioni ricevute – prosegue l’assessore Gallera – entro il mese di gennaio arriveranno nella nostra regione 491.400 dosi di vaccino, suddivise in cinque date diverse. Serviranno per completare le prime somministrazioni e avviare l’iniezione di richiamo».

In base alla programmazione nazionale, le consegne avverranno nelle seguenti giornate: 30 dicembre (81 vassoi), 4 gennaio 2021 (76 vassoi), 11 gennaio (83 vassoi),18 gennaio (82 vassoi), 25 gennaio (98 vassoi).

«Ogni vassoio contiene 195 fiale – spiega Giacomo Lucchini, responsabile regionale della campagna nazionale di vaccinazione Anti-Covid – e da ogni fiala, in base alle ultime disposizioni, si ricavano 6 dosi di vaccino. Il numero delle dosi e la tempistica delle consegne verranno confermate di volta in volta nel corso delle quotidiane riunioni fra le Regioni e la Struttura Commissariale».

In questa prima fase vengono vaccinati gli operatori sanitari e le persone che lavorano negli ospedali a vario titolo, medici e pediatri di base, ospiti e operatori delle RSA, dipendenti e volontari dei servizi di emergenza urgenza. Nelle ultime settimane, e in questi giorni in particolare, si stanno susseguendo riunioni giornaliere con i referenti delle strutture sanitarie lombarde per definire tutti i particolari di questa delicatissima campagna di vaccinazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore