Guida agli otto spazi virtuali più frequentati dai giovanissimi

Dai popolarissimi TikTok e Instagram ai meno conosciuti (agli adulti) Twitch, Discord e Tellonym. Per ciascuno regole e caratteristiche

bambini ragazzi schermi

Tra le conseguenze di questa pandemia c’è il maggior tempo trascorso davanti agli schermi e in rete per tutti, anche bambini e ragazzi. Durante il lungo lockdown di primavera anche i più piccoli hanno trovato nelle moderne tecnologie un modo, spesso l’unico, per tentare di mantenere in vita contatti e relazioni, didattiche ed educative e anche relazionali.
Poi la vita sociale, con nuove regole e limitazioni, a volte strettissime o meno stringenti ma comunque significative. L’abitudine a interfacciarsi con gli schermi è diminuita? Non è detto, non sempre, sicuramente non per i ragazzi costretti di nuovo alla Didattica a distanza, ma neppure per i bambini. Allora quali sono, Dad a parte, i luoghi virtuali più frequentati dai ragazzi?

A dare una risposta sono i medici dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma che hanno dedicato l’ultimo numero della rivista A scuola di Salute proprio a come la tecnologia ha cambiato la vita dei bambini negli ultimi mesi. Tra le informazioni anche un elenco degli 8 social e videogame dove bambini e ragazzi trascorrono il maggior tempo: una guida con l’obiettivo di rendere genitori e insegnanti più consapevoli di regole e caratteristiche dell’ambiente digitale frequentato dai figli.
Ecco le informazioni più significative per ogni social: dai più noti Instagram, TikTok e Fortenite ai più sconosciuti (almeno agli adulti) Discord e Tellonym.

bambini ragazzi schermi

INSTAGRAM

È uno dei social più amati dagli adulti e anche dai giovanissimi.
Permette di pubblicare foto, video e storie di massimo 15 secondi.
L’interazione con foto e video avviene attraverso like e commenti, mentre le storie sono visibili per 24 ore cui si risponde con messaggi privati.
Le chat possono essere private o di gruppo.

TIKTOK

È] il social attualmente più popolare tra gli adolescenti.
Consente non solo di postare ma anche di creare brevi video, modificarli, tagliarli, inserire effetti o colonne sonore.
Like e reazioni ai video servono a costruire “un seguito” per ogni profilo.
TikTok propone automaticamente ad ogni utente i video più popolari o simili a quanto guardato e con cui si è interagito in precedenza.

REELS

Si tratta di una nuova funzione di Instagram che permette di creare video originali (di 15 o 30 secondi) con musiche ed effetti simili a quelli di TikTok.

bambini ragazzi schermi

FORTNITE

Videogioco online cui si può giocare insieme – o contro – altre persone, individualmente o a squadre, su un’isola virtuale. Vince il giocatore, o la squadra, che rimane in vita.
Il gioco prevede tre modalità: “Salva il mondo”, “Creativa” e “Battaglia reale”.
La chat che permette ai giocatori di comunicare tra loro.
Ogni giocatore può personalizzare il proprio personaggio acquistando nuovi oggetti.
Il “parental control” del gioco permette di gestire e monitorare comunicazioni, privacy e tempo di gioco.

TELLONYM

Social molto popolare tra i giovanissimi, qui si possono inviare messaggi anche in anonimato, con l’obbiettivo dichiarato di incoraggiare domande che altrimenti non verrebbero poste.
Anche le risposte possono essere date in anonimato.

TWITCH

È una piattaforma di livestreaming accessibile tramite App desktop o console ed è utilizzata soprattutto per mostrare in diretta le proprie sessioni fi gioco. Oltre a postare o seguire le dirette gli utenti possono partecipare a delle community.
Gli streamer (che postano le dirette) intrattengono gli utenti, che possono scegliere di diventare follower, chattare tra di loro o anche abbonarsi o sostenere con donazioni gli streamer.

DISCORD

Piattaforma di comunicazione, serve a creare o gestire community online, creando stanze virtuali dove comunicare in diretta, scrivendo o attivando il proprio video.

Generica 2020

YOUTUBE KIDS

Si tratta di una App di YouTube con contenuti adatti ai bambini, molti educativi e divisi per fasce di età.
Il parental control nelle impostazioni permette ai genitori di fissare un limite di tempo.

di
Pubblicato il 30 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore