“Insulta il 2020”: un sito per mandare a quel paese l’anno che sta finendo

Cliccando “insulta” si può scegliere frasi sempre nuove tra cui selezionare il proprio insulto preferito

Insulta il 2020

In questo ultimo giorno del 2020, la voglia di mandare a quel paese quest’annus horribilis è grandissima, e si nota dalle tante battute che imperversano sui social in queste ore.

Ma c’è chi ha fatto di più, e ha ideato un intero sito per insultare l’anno che finisce: si chiama insultail2020.it ed è un generatore automatico di insulti per dare a tutti la possibilità di sfogare i propri nervi duramente messi alla prova in questi 365 giorni.

Cliccando “insulta” in realtà non è possibile realizzare delle proprie frasi: ma si può scegliere frasi sempre nuove tra cui selezionare il proprio insulto preferito.

«Questo 2020 ha portato seriamente problemi e drammi a quasi tutta l’umanità – spiega Massimo Melis, CEO di Melismelis, l’agenzia creativa che ha realizzato questo “calembour” di Capodanno – In agenzia abbiamo pensato così di lanciare un progetto utile a tutti, esorcizzante, quasi catartico che potesse avere la stessa funzione di prendere a pugni il cuscino. Non cambia niente, ma tu stai un po’ meglio».

di
Pubblicato il 31 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore