La Pro Patria fa festa allo “Speroni”: Lecco battuto 2-1

I tigrotti tornano alla vittoria sul campo di casa dopo quasi due mesi. I gol di Colombo e Latte Lath spianano la strada, Capogna prova a riaprire il match ma i tre punti restano a Busto Arsizio

pro patria lecco

La Pro Patria stende per 2-1 un lanciatissimo Lecco e torna alla vittoria interna che mancava dal 22 ottobre. La mette sui binari giusti già dal 2′ di gioco Colombo, mentre il secondo gol arriva grazie alla caparbietà di Latte Lath al 22′ della ripresa. Due conclusioni a giro (la prima di sinistro e la seconda di destro) che rilanciano così gli uomini di Javorcic in termini di punti ma sopratutto di morale. Il gol di Capogna a 15’ dalla fine costringe i tigrotti a trincerarsi nella propria metà campo per proteggere il risultato, incombenza che la squadra con un po’ di spavento riesce a portare a termine. Archiviata così una della partite più sentite del campionato, domenica prossima la Pro sarà ospite a Novara, per il derby del Ticino.

IL PRIMO TEMPO – Pronti via, la Pro Patria trova il vantaggio con un’azione che dalla sinistra si trasferisce sulla destra grazie al bel lancio di Parker che trova Colombo al limite dell’area. Il capitano, dopo aver vinto un contrasto, batte Pissardo con un bellissimo mancino a giro. Poco dopo Parker avrebbe anche l’occasione di bissare il vantaggio, sfruttando un’errore dello stesso portiere ospite. Purtroppo, il tentativo a porta sguarnita del numero 9 non è preciso e finisce alto. Al 14’ si fa vedere l’ex Mastroianni, con un colpo di testa insidioso che termina di poco a lato. Gli ospiti progressivamente guadagnano campo e al 24’ ancora Mastroianni questa volta segna, ma l’assistente annulla il gol per presunto fuorigioco. È una partita davvero divertente perché la Pro quando riparte sembra poter far male, mentre il Lecco fa di tutto per trovare il pareggio. Al 26’ Parker di testa viene fermato benissimo da Pissardo, e poco dopo Kolaj in contropiede riesce a saltare il marcatore ed entrare in area, ma al momento di calciare viene respinto da un difensore. In area raccoglie Pizzul che però non centra la porta. Al 28’ invece è Capogna a impegnare Greco con un tiro da fuori, potente ma centrale. A dieci minuti dall’intervallo Iocolano ci prova con un destro a giro che non ha grande fortuna. Alla fine la Pro non subisce più di tanto e va negli spogliatoi in vantaggio.

IL SECONDO TEMPO – L’inizio della ripresa ricalca a grandi linee il copione del primo tempo, con un Lecco un po’ più timido nel proporre ed una Pro che respinge gli attacchi ospiti e riparte. Al 7’ Kolaj viene innescato da un bel lancio di Bertoni, ma nel liberarsi della marcatura di Marzorati usa troppa foga e l’arbitro lo ferma una volta arrivato da solo davanti al portiere. Al 12’ è ancora Kolaj a impegnare Pissardo con un tiro cross teso che l’estremo difensore ospite deve alzare in angolo. Dopo l’albanese esce malconcio lasciando il campo a Latte Lath, che al 22’ ruba palla in posizione pericolosa, si accentra e con un gran destro a giro trova il 2-0. Dopo il doppio svantaggio il Lecco alza il baricentro e il 31’ accorcia le distanze: il tiro da fuori di Giudici viene respinto da Greco, che non può nulla sul tap-in di testa di Capogna. Al 38’ Guidici con un bolide dai 30 metri costringe Greco al tuffo. Gli ingressi di Fietta, Cottarelli e Le Noci permettono ai tigrotti di respirare, ma verso la fine il Lecco sembra andare al doppio della velocità. Da incubo l’uscita di Greco sul tiro deviato di Capoferri che si alza in area tigrotta: il portiere bustocco lascia indifesa la porta e deve una cena a Gatti per essere intervenuto per ben due volte sui tentativi degli avversari. Nel finale la retroguardia biancoblu non concede più nulla e al triplice fischio dell’arbitro può tornare a gioire per una vittoria casalinga che era tanto attesa.

PRO PATRIA – LECCO     2 – 1    (1 – 0)

Marcatori: 2′ Colombo (PPA), 22′ s.t. Latte Lath (PPA); 32′ s.t. Capogna (LEC).

PRO PATRIA (3-5-2): 1 Greco, 6 Gatti, 19 Lombardoni, 4 Saporetti; 21 Colombo, 20 Nicco, 14 Bertoni (33′ s.t. 16 Fietta), 3 Galli, 15 Pizzul (40′ s.t. 7 Cottarelli); 11 Kolaj (17′ s.t. 24 Latte Lath), 9 Parker (40′ s.t. 10 Le Noci). A disposizione: 12 Mangano, 2 Compagnoni, 17 Spizzichino, 18 Piran, 25 Ferri, 26 Dellavedova, 27 Pisan, 30 Castelli. All. Javorcic.

LECCO (3-4-1-2): 1 Pissardo; 2 Celjak (28′ s.t. 5 Lora), 6 Marzorati, 3 Cauz (1′ s.t. 33 Capoferri); 26 Nesta (11′ s.t. 7 Giudici), 36 Bolzoni, 14 Marotta, 21 Nannini; 17 Iocolano (28′ s.t. 34 Kaprof); 20 Capogna, 9 Mastroianni (19′ s.t. 10 Mangni). A disposizione: 12 Oliveira, 8 Del Grosso, 11 D’Anna, 16 Porru, 27 Haidara, 28 Moleri, 29 Raggio. All. D’Agostino.

ARBITRO: Mario Perri di Roma 1 (Ciro Di Maio della Sezione di Molfetta e Lucia Abruzzese della Sezione di Foggia. Quarto Ufficiale Matteo Canci della Sezione di Carrara).

Angoli: 4 – 1. Recupero: 0′ p.t. – 4′ s.t.Ammoniti: Bertoni, Pizzul (PPA); Mastroianni (LEC). Note: Giornata fresca e soleggiata Terreno di gioco in ottime condizioni. Gara disputata a “porte chiuse”.

di
Pubblicato il 13 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore