Non sai che scuola scegliere dopo la terza media? Ascolta i podcast di Univa

Univa lancia una serie di contenuti audio dedicati al mondo dei giovani, messo a dura prova durante i difficili mesi del lockdown

Generica 2020

Una guida che parla direttamente agli studenti, in un linguaggio nuovo ed accattivante, creata per aiutarli nella difficile scelta della scuola superiore a cui iscriversi Quanto può essere difficile per un giovane studente, in tempo di pandemia, ritagliarsi i propri spazi all’interno di un mondo scolastico in continuo mutamento, che sembra avere regole diverse ogni giorno che passa?

Per i ragazzi di terza media, poi, l’avvicinarsi della scelta della scuola superiore a cui iscriversi, non fa che aumentare confusione e disorientamento. Per questo motivo è nato uno speciale in 4 puntate, dedicato agli studenti che devono compiere proprio questo difficile passo, in un momento tutt’altro che semplice. Una sorta di guida agli Istituti Superiori in provincia di Varese, nata con l’ambizioso obiettivo di fare chiarezza tra le molte strade percorribili, a partire dai percorsi di Istruzione e Formazione Professionale fino ad arrivare all’Istruzione Liceale.

A realizzare una serie di podcast a tema formazione è stata l’Unione degli Industriali della Provincia di Varese. Attraverso una sorta di “a tu per tu” con una tredicenne alle prese con i dilemmi e le preoccupazioni per il futuro, questa audio-guida parla direttamente agli studenti, in un linguaggio nuovo ed accattivante e ha il dichiarato scopo di indirizzarli verso una scelta più consapevole.

«In questo 2020 il mondo è cambiato profondamente e con esso gli ambiti più svariati delle vite di ciascuno di noi. Abbiamo imparato ad adattarci ad una nuova normalità e lo stiamo facendo tuttora. Modificando e trasformando il nostro modo di approcciarci alle situazioni, agli altri e alla realtà che ci circonda. Abbracciare e incoraggiare il cambiamento rimane l’unica strada percorribile. Per questo motivo anche l’orientamento dei giovani si è dovuto adeguare, mutando forma di fruizione, ma non scopo. Quello di trovare un’indicazione in mezzo a tante possibili vie. Speriamo, con questa serie di podcast, di aver fatto chiarezza e aiutato gli studenti, seppur in piccola parte, alle prese con uno dei cambiamenti più significativi delle loro giovani esistenze», commenta Vittorio Gandini, direttore di Univa.

Tema della prima puntata sono gli IeFP, i percorsi di qualifica dell’Istruzione e Formazione Professionale, che si svolgono in centri di formazione professionale (i cosiddetti CFP) e negli Istituti scolastici e hanno una durata di 3 anni + 1. Nella seconda puntata invece si parla di IP, Istruzione Professionale, ex Ipsia, un percorso finalizzato al conseguimento di un diploma quinquennale di istruzione secondaria di secondo grado. Cuore della terza puntata è l’Istruzione Tecnica, connotata da percorsi che si articolano in un’area di istruzione generale comune a tutti i corsi e un’area di indirizzo più specifica. Chiude il viaggio alla scoperta delle scuole superiori a cui potersi iscrivere dopo la terza media l’Istruzione Liceale, della durata di 5 anni, in grado di fornire agli studenti strumenti, sia di cultura che di metodo, per comprendere meglio la realtà che li circonda.

Su www.varesefocus.it, il sito Internet del magazine di Univa, è possibile trovare una pagina dedicata, nella quale sono raccolti tutti i podcast, ascoltabili singolarmente su Spreaker, nella rubrica “News d’impresa”.

Ecco i link ai singoli podcast:

Cosa fare dopo la Terza Media: Istruzione e Formazione Professionale ·

Cosa fare dopo la Terza Meda: Istruzione Professionale

Cosa fare dopo la Terza Media: Istruzione Tecnica ·

Cosa fare dopo la Terza Media: Istruzione Liceale

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore