Varese News

Parcheggiare a Busto Arsizio sarà più facile grazie ai pannelli luminosi

Agesp Attività strumentali ha posizionati due grandi pannelli agli ingressi sud e nord della città e 11 display nei pressi dei parcheggi con le sbarre: "Novità importante che aiuta i commercianti"

tabelloni parcheggi agesp busto arsizio

Parcheggiare a Busto Arsizio sarà più facile grazie ai display che mostrano quanti parcheggi disponibili ci sono nelle aree di sosta delimitate da sbarre. La presentazione dei due tabelloni luminosi (uno ai 5 Ponti e uno ai 3 Ponti, agli ingressi nord e sud della città) e degli 11 display nei pressi delle aree di sosta, si è svolta questa mattina alla presenza del sindaco Emanuele Antonelli, del presidente di Agesp Attività Strumentali Alessandro Della Marra e del presidente di Ascom Busto Rudi Collini che, attraverso l’associazione e il Distretto del Commercio, li chiedeva da molti anni.

«Un’altra promessa mantenuta da Agesp – spiega Della Marra – grazie anche all’immancabile lungimiranza del sindaco Emanuele Antonelli e alla sempre ferrea linea guida che il mio partito (la Lega) mi consiglia di seguire. Questa operazione rappresenta il completamento di un settore oggi molto importante per lo sviluppo della città».

Un settore importante che negli ultimi 9 mesi ha sofferto la presenza del Covid dimezzando gli incassi annuali da 1,6 milioni di euro all’anno a 800 mila, una diminuzione del 50% con punte, per alcune aree, del 90% come nel caso del parcheggio dell’ospedale.

Il sindaco ha voluto poi ringraziare le aziende che hanno lavorato per il buon lavoro svolto: «Le nostre società partecipate sono fantastiche, lavorano benissimo e seguono gli indirizzi della giunta – spiega il sindaco – questo ci facilita molto la vita. Devo inoltre ringraziare le imprese coinvolte per l’ottima e accurata esecuzione dei lavori, un mio pallino dopo quello che è successo con Open Fiber».

Antonelli ha anche colto l’occasione per chiedere l’intervento del governo nei confronti dei Comuni: «Abbiamo fatto tutto ciò che potevamo per aiutare i cittadini e le imprese in questo momento di grande difficoltà ma ora da Roma ci devono aiutare perchè i soldi prima o poi finiscono e si rischia di dover tagliare servizi per far quadrare i conti».

I due grandi tabelloni indicano i posti liberi nei parcheggi che si trovano lungo la dorsale di viale Diaz-Cadorna e così anche le indicazioni per i parcheggi con il numero di posti disponibili. Il costo dell’operazione è di 60 mila euro per i display piccoli, tesoretto derivante da un ribasso d’asta per i parcometri, mentre i due tabelloni sono stati inseriti nell’ambito di altri interventi realizzati dalla società.

L’intervento è stato fatto a fronte di risparmi ma non possiamo esimerci dal considerare che questo tipo di display sono ormai in disuso in molte città italiane perchè ritenuti strumenti abbastanza superati da sistemi integrati con i computer di bordo delle auto e con le app dei telefoni: «Stiamo pensando anche allo sviluppo di applicazioni in questo senso» – ha concluso il direttore Carraro .

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 22 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore