Possibili nevicate nella notte in Lombardia

A causa delle basse temperature le precipitazioni potrebbero essere a carattere nevoso fino a quota basse. L'allerta della Protezione Civile non riguarda la provincia di Varese

La Forcora fa il pieno di neve

Una fredda depressione valicherà le Alpi nella prossima notte collocando il proprio centro depressionario sul centro-nord Italia tra domani, mercoledì 2 dicembre e giovedì 3.

Per la giornata di domani sono previste possibili deboli precipitazioni su tutta la regione con quantitativi via via crescenti da nord verso sud fino a localmente moderati (>20 mm) su Appennino e zone al confine con l’Emilia.

A causa delle basse temperature le precipitazioni potrebbero essere a carattere nevoso fino a quota basse, con maggior probabilità sui settori meridionali della regione.

In dettaglio: sulle Alpi più settentrionali possibili debolissime nevicate nel pomeriggio ma con accumuli irrisori (al più qualche cm oltre gli 800/1000 metri). Su Prealpi e Orobie, fino a 5-10 cm oltre i 1000 metri con quota neve al mattino di domani temporaneamente anche fino a 300/500 m.

In previsione delle deboli nevicate (le province maggiormente interessate sono Lecco, Bergamo, Brescia e Pavia mentre per Varese la soglia di allerta è minima) possibili fino a quote basse tra la notte e il mattino di domani 02/12, la protezione civile chiede ai sistemi locali di attivare una fase operativa minima di “attenzione”, cioè di attivare il sistema locale in costante azione di sorveglianza e monitoraggio del territorio e predisporlo alla pronta attivazione di eventuali azioni di contrasto, congruenti a quanto previsto nella pianificazione di emergenza comunale, perla salvaguardia della pubblica incolumità e la riduzione dei rischi. I Presidi territoriali hanno sempre l’onere di valutare l’attivazione e/o il passaggio a fasi operative di livello superiore, in funzione di valutazioni locali sull’evoluzione degli effetti al suolo, della vulnerabilità del proprio territorio e della propria organizzazione.

Il messaggio riportato dal documento di allerta della protezione civile regionale:

In particolare, sulla base dello scenario di rischio neve ad oggi più probabile, le situazioni di criticità potrebbero essere legate a difficoltà e rallentamenti del traffico stradale e ferroviario. Si suggerisce pertanto la necessità di predisporre un’attenta sorveglianza da parte della Polizia Stradale e di tutte le altre Forze operanti sul territorio. Analoga sensibilizzazione nei confronti degli Enti gestori delle Strade (ANAS, Province, Comuni) perché dispongano nei punti più opportuni i mezzi spazzaneve e spargisale e provvedano ad informare gli utenti della possibilità della formazione di ghiaccio sul manto stradale. Si consiglia a tutti i Comuni che si fossero dotati di un Piano Neve di attuare tutte le indicazioni previste in fase di pianificazione e di divulgare tutte le informazioni necessarie alla popolazione. Si chiede di segnalare con tempestività eventuali criticità che dovessero presentarsi sul proprio territorio in conseguenza del verificarsi dei fenomeni previsti, telefonando al numero verde della Sala Operativa di Protezione Civile regionale: 800.061.160 o via mail all’indirizzo: cfmr@protezionecivile.regione.lombardia.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore