Varese News

Chiesti 2 anni e 8 mesi per l’ex-assessore gallaratese Orietta Liccati

L'accusa ha chiesto anche la condanna dell'ex-comandante della Polizia Locale, Costantino Gemelli. Le vicende risalgono al 2017, quando venne arrestato il sindaco Rivolta per corruzione

parcheggio multipiano tribunale busto arsizio

L’accusa ha chiesto una pena di 2 anni e 8 mesi per Orietta Liccati, ex-assessore all’Urbanistica della giunta Cassani a Gallarate, accusata di aver fatto parte, insieme al compagno e convivente Danilo Rivolta (ex-sindaco di Lonate Pozzolo che ha patteggiato 4 anni di reclusione) di un sistema corruttivo grazie al quale venivano favoriti alcuni imprenditori del territorio.

Nei suoi confronti l’accusa è quella di aver ottenuto soldi da uno di questi e un incarico di consulenza. Il suo legale Carlo Alberto Cova, invece, ha chiesto l’assoluzione perchè il fatto non sussiste riguardo ai soldi ricevuti e per non aver commesso il fatto in quanto l’incarico ricevuto sarebbe stato del tutto legittimo.

Chiesta una condanna a 10 mesi anche per Costantino Gemelli, ex-comandante della Polizia Locale di Lonate Pozzolo, accusato di abuso di ufficio per aver chiesto e ottenuto il trasferimento di due agenti. Secondo Gabriele Vitiello, legale del pubblico ufficiale, è da assolvere anche in base alla recente depenalizzazione del reato da parte del Parlamento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore