Fontana torna a fare pressione sul Governo: “In Lombardia dati da zona gialla, se ne tenga conto”

Il Presidente della Lombardia Attilio Fontana torna a fare pressioni sul Governo per una de-escalation delle misure restrittive anti contagio

attilio fontana

Il Presidente della Lombardia Attilio Fontana torna a fare pressioni sul Governo per una de-escalation delle misure restrittive anti contagio. Nel giorno in cui la cabina di regia nazionale sulla gestione dell’emergenza è chiamata ad esaminare i 21 parametri sull’andamento dell’epidemia nelle regioni Fontana chiede che i lombardi siano classificati in zona gialla: «Da tre settimane la Lombardia ha i dati da zona gialla – dice il Presidente -, con tassi di incidenza tra tamponi e positivi fortemente al di sotto della soglia d’allarme dei 250 casi su 100 mila abitanti. Ci auguriamo che dopo la settimana ingiustamente passata in zona rossa, oggi il Ministero possa prendere una decisione che tenga conto della reale situazione epidemiologica della nostra regione».

Il Presidente Fontana, con la sua richiesta, fa leva su una contestazione che la Regione Lombardia ha mosso al Governo e attraverso la quale chiede una diversa modalità di calcolo dei parametri che determinano le fasce di colore delle regioni. Nello specifico, la Lombardia chiede che venga dato maggior peso ai dati relativi ai risultati dei tamponi e meno all’indice Rt, che invece prende in considerazione solamente i positivi sintomatici.

La Regione ha avanzato questa richiesta dopo la classificazione in zona rossa della Lombardia lo scorso 15 gennaio. Una decisione che, tuttavia, non era legata tanto al sistema di calcolo quanto ai dati incompleti trasferiti dalla Regione all’Istituto Superiore di Sanità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore