Varese News

Il 2020 della Polizia Locale di Ferno-Lonate, tra pandemia e attenzione all’ambiente

La quasi chiusura di Malpensa in alcuni mesi ha consentito di aumentare i controlli. Focus particolare su abbandoni di rifiuti e abusi edilizi

Generico 2018

Il Comandante del Corpo di Polizia Locale dell’Unione dei Comuni di Lonate Pozzolo e Ferno, Emanuele Mattei, ha presentato, in occasione della celebrazione di San Sebastiano Patrono della Polizia Locale, una corposa relazione sull’attività svolta nell’anno 2020.

Le attività dal Comando di Polizia Locale nell’anno appena trascorso, sono state condizionate inevitabilmente dalla pandemia che dai primi mesi dell’anno 2020 ad oggi ha stravolto la vita delle nostre comunità.
La pandemia ha contribuito a modificare anche i servizi svolti dal personale della Polizia Locale.
Infatti, con la chiusura dell’Aeroporto di Malpensa, prima e con la riduzione dei passeggeri poi, quando l’Aeroporto è stato riaperto, è stato possibile aumentare ulteriormente i controlli, già di per sé costanti, sul territorio dei due comuni con risultati più che soddisfacenti.
E’ stato possibile ampliare i servizi dedicati alla prevenzione dell’abbandono dei rifiuti e al degrado urbano grazie al posizionamento di foto trappole e al costante pattugliamento del territorio.
L’attività di contrasto al degrado urbano ha consentito di recuperare 13 auto abbandonate sul territorio, elevare numerose sanzioni per irregolare conferimento e abbandono di rifiuti, anche nelle piattaforme ecologiche con servizi congiunti a personale della SAP.

Sono state difatti accertate circa 60 violazioni a regolamenti comunali e ordinanze sindacali, in particolare quelle relative alla raccolta differenziata e alla gestione del verde, grazie anche a 104 ore di attivazione delle foto trappole, utili strumenti di ausilio alle attività di indagine.

Per violazioni al codice della strada sono stati applicati 11 sequestri amministrativi, 3 fermi e ritirate 5 patenti di guida.
In tema di sicurezza urbana e polizia giudiziaria sono notevolmente incrementate le denunce all’autorità giudiziaria, circa 50, per reati contro il patrimonio (11), la fede pubblica (3), la pubblica amministrazione (4), detenzione armi (1), le restanti per violazioni alle norme ambientali ed urbanistico-paesaggistiche.
Attività che proseguirà per l’anno 2021, anzi, così come verrà intensificata l’attività di repressione degli abusi edilizi, spesso ricollegabili a famiglie e/o imprese associate ai clan della malavita locale.
Risultati soddisfacenti anche in tema di contrasto alla prostituzione, con 4 denunce all’A.G. per violazioni al testo unico sull’immigrazione nei confronti di soggetti di nazionalità sudamericana che cominciavano ad insediarsi sul nostro territorio per dedicarsi al meretricio. Sono tutti stati foto segnalati e sottoposti ai procedimenti di espulsione. Le azioni poste in essere sono state determinanti per troncare sul nascere l’attività.

Il Corpo di Polizia Locale, durante tutti i mesi della pandemia, ha risposto con grande dedizione e professionalità alle esigenze della popolazione mettendosi al servizio di tutte le fasce, dai più deboli alle imprese, fornendo assistenza e informazioni attraverso la presenza costante sul territorio e sui canali social, sempre più strumento di comunicazione con il cittadino (più di 1300 follower che seguono la pagina facebook della Polizia Locale).
Contributo fondamentale è stato fornito dal mondo del volontariato; le associazioni presenti sul territorio unitamente al Gruppo Intercomunale di Protezione Civile hanno messo in campo tutte le loro risorse umane per affiancare la Polizia Locale nel fronteggiare il le criticità dovute alla pandemia, fornendo adeguato e pronto riscontro alle numerose richieste provenienti da tutte fasce della popolazione dei due Comuni, dal presidio del territorio nei

luoghi di assembramento (supermercati, cimiteri, parchi), alla consegna dei buoni spesa, al supporto logistico per le famiglie colpite dal virus.
Soprattutto nei primi mesi del contagio i volontari del Gruppo Intercomunale di Protezione Civile e delle Associazioni di volontariato hanno garantito più di 2000 ore di servizio senza sosta al fianco dei cittadini.
Con l’adesione al progetto Smart Covid-19 promosso dalla Regione Lombardia svolto nei mesi di novembre e dicembre dello scorso anno, è stato possibile grazie alla collaborazione con la Polizia Locale di Samarate, attenzionare ulteriormente il territorio con più di 500 chilometri di pattugliamento e quasi 50 ore di attività congiunta.
Ciò nonostante e tenuto conto della carenza cronica di personale, ridotta ormai a solo 12 unità, sono stati comunque portati avanti i compiti istituzionali ordinari e raggiunti gli obiettivi operativi affidati dagli organi politici.

In particolare, con un nuovo metodo di approccio sempre più orientato alle esigenze del cittadino e meno autoreferenziale, sono state adottate sui due Comuni le ordinanze di riordino della segnaletica stradale e di modifiche alla viabilità soprattutto in prossimità dei presidi scolastici e anche al fine di migliorare la sicurezza della circolazione avendo riguardo soprattutto agli utenti deboli.

Inoltre, sono stati informatizzati quasi tutti i processi e i procedimenti inerenti le attività del Corpo in modo da consentire al cittadino di interfacciarsi con la Polizia Locale in modo più semplice, comodo e trasparente, attraverso l’implementazione di una piattaforma che consente l’integrazione di tutti i procedimenti in carico alla Polizia Locale, dalla Centrale Radio Operativa, all’infortunistica stradale, alla Polizia Giudiziaria, alla cura delle segnalazioni.

In tema di legalità sono state adottate misure anti corruttive, oltre a quella relativa all’informatizzazione dei processi, relativamente all’adozione di regolamenti in materia di sanzioni amministrative, la partecipazione a corsi di formazione interni ed esterni, la rotazione degli incarichi.
Anche in tema di privacy si è proceduto alla mappatura dei procedimenti, all’adozione del regolamento della videosorveglianza.

Molte risorse sono state poi destinate alla sicurezza e all’aggiornamento professionale degli operatori, che da qualche mese hanno in dotazioni le body cam, spry urticanti, radio più moderne, pretest ed etilometri di nuova generazione.
Sono calati gli incidenti stradali 40 rispetto ai 50 dell’anno precedente, in ragione delle limitazioni agli spostamenti a seguito dei DPCM che man mano si sono susseguiti, mentre sono in lieve aumento i casi di fuga ed omissione di soccorso (3), i cui responsabili sono comunque stati individuati e deferiti all’Autorità Giudiziaria.

Rilevante anche il numero di accertamenti anagrafici evasi rispetto all’anno precedente dovuto alla necessità di completare le istruttorie delle cancellazioni riferite agli anni passati, segnatamente 1281 rispetto ai 697 dell’anno precedente.
L’Unione ha poi aderito ai bandi pubblicati dalla Regione Lombardia per il cofinanziamento di progetti e acquisti di strumenti per i Corpi di Polizia Locale, consentendo così di sostituire totalmente le apparecchiature radio in dotazione.
Profonda soddisfazione da parte del Comandante Dott. Mattei che ha ringraziato tutto il personale dipendente, operativo ed amministrativo, per la disponibilità e la professionalità dimostrata in ogni ambito del loro servizio.
In particolare si è soffermato sulla qualità del lavoro svolto dal personale operativo della Polizia Locale pur con i numeri limitati dei dipendenti a disposizione rispetto alla mole di lavoro che i due comuni e l’Aeroporto di Malpensa richiedono.
Cosi come ha rimarcato il prezioso contributo delle Associazioni di Protezione Civile e di volontariato che hanno fornito un prezioso ausilio in termini di disponibilità e prontezza operativa nell’affrontare i delicati compiti in cui sono stati chiamati ad operare.

Nonostante le limitazioni dovute alla pandemia, si è svolto, presso il Comando delle Polizia Locale, alla presenza anche del Presidente dell’Unione e Sindaco di Lonate Pozzolo Nadia Rosa e dell’Assessore alla Polizia Locale e Sindaco di Ferno Filippo Gesualdi, un breve momento per ringraziare i volontari con la consegna di alcune targhe.

In rappresentanza delle Associazioni erano presenti il Coordinatore del Gruppo Intercomunale di Protezione Civile Silvano Castoldi, il Responsabile Operativo dell’Associazione di Protezione Civile Calluna Gianlorenzo Amadeo ed il Presidente dell’Associazione Carabinieri in Congedo – Protezione Civile Domenico Rossi.

Il Presidente dell’Unione Nadia Rosa ha commentato:” La Polizia Locale è fondamentale nel lavorare alla gestione dei territori comunali al fianco delle amministrazioni. La festa di San Sebastiano è l’occasione per tirare le somme di un anno di lavoro e per pensare a come proseguire l’attività negli anni successivi. L’anno 2020 è stato ampiamente caratterizzato dalle attività collegate alla gestione della pandemia, senza trascurare però quelli che sono gli obiettivi di contrasto al degrado, che purtroppo è una costante in tanti Comuni della zona. Sarà indispensabile proseguire il lavoro intrapreso e incrementare ancor di più la presenza a presidio del territorio, in modo da combattere tutte le situazioni di illegalità e di illeciti, nonché per aumentare la sicurezza dei cittadini. Il supporto dei volontari di Protezione Civile (Gruppo Intercomunale, Calluna, Carabinieri in congedo) in questo difficile 2020 è stato di fondamentale aiuto per la Polizia Locale e per i Comuni, essendo sempre disponibili a dare un aiuto nelle necessità, ed è per questo motivo che i Comuni di Lonate Pozzolo e Ferno e il Comando di Polizia Locale hanno deciso di dar loro un segno tangibile del ringraziamento per il lavoro svolto in maniera assolutamente gratuita e instancabile”.

L’Assessore alla Polizia Locale Filippo Gesualdi ha avuto parole di apprezzamento e soddisfazione per il lavoro svolto dalla Polizia Locale, della Protezione Civile e delle Associazioni di volontariato:” L’anno appena trascorso è stato difficile e pieno di criticità, ma il personale della Polizia Locale ed i volontari hanno risposto in maniera egregia e con una disponibilità che ha esaltato le loro qualità umane e professionali. Così come devo ringraziare il Comandante Mattei per la eccellente capacità di coordinamento delle molteplici attività ed il supporto dato alle Amministrazioni nel raggiungimento degli obiettivi prefissati”.

Generica 2020
Generica 2020
Generica 2020

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore