Varese News

Oltre 2000 scatole consegnate a Natale, il bilancio dell’iniziativa solidale di Casaringhio

L'iniziativa è stata un vero successo e ha portato un sorriso sul volto di centinaia di famiglie che hanno ricevuto un piccolo dono. Riva: "Più forti delle critiche. Grazie a chi ci ha aiutato"

scatole di natale 2020 castellanza

Ben 2100 scatole ricevute, più di 7 comuni coinvolti, numerose associazioni che hanno partecipato, migliaia di cittadini che si sono impegnati per realizzare i doni che sono stati consegnati durante i giorni di Natale dall’associazione Casaringhio di Busto Arsizio.

Federico Riva e Sara Vega hanno voluto rendere noti i dati della grande campagna di solidarietà avviata a dicembre e che ha coinvolto associazioni, singoli cittadini, attività economiche per portare in  casa di ogni famiglia in difficoltà un piccolo pensiero per scaldare un Natale che altrimenti sarebbe stato un po’ più triste. Federico, che di lavoro fa l’ingegnere e quindi conosce molto bene i numeri.

Di seguito il numero di scatole raccolte da ogni realtà coinvolta:

Mensa del Padre Nostro – Castellanza 700
Cittadini Cassano Magnago – Cassano Magnago 400
Altri Privati Cittadini Comuni Alto Milanese 318
Cittadini Cerro Maggiore  – Cerro Maggiore 200
Associazione Cuori Eroi – Gorla Maggiore 162
Cittadini Castano Primo – Castano Primo 100
Scuola Elementare Pieve di Cadore – Busto Arsizio 50
La Bastide La casa di campagna – Busto Arsizio 40
CIOFS FP Lombardia  – Castellanza 25
Busto 33 Scout – Busto Arsizio 25
Nulle ND 80

Di seguito, invece, il numero di scatole consegnate, divise per comune.

Castellanza 725
Cassano Magnago 400
Comuni Alto Milanese 318
Cerro Maggiore 200
Gorla Maggiore 162
Busto Arsizio 115
Castano Primo 100
Nulle 80

Le 80 scatole nulle non sono state consegnate: «Si tratta di pacchi che emanavano un cattivo odore e che abbiamo dovuto aprire per capire cosa fosse stato inserito. Devo dire che ci ha stupito il comportamento di poche persone che hanno inserito nelle scatole pannolini o assorbenti usati, cibo deperibile. Non so se sia stato fatto in buona fede e voglio sperare che sia così. Fortunatamente il 95% di chi ha donato lo ha fatto nella maniera corretta».

Riva ci tiene a precisare che tutte le scatole sono state consegnate alle famiglie indicate dalle varie associazioni del territorio che si occupano di solidarietà: «Abbiamo curato personalmente la consegna delle scatole e mi ha fatto male sentire qualche critica alla nostra iniziativa che metteva in dubbio la nostra correttezza. Ringrazio, invece, ancora una volta tutti coloro che ci hanno aiutato».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 11 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore