Dakar, New York e le Canarie covid-free: Malpensa spera nelle rotte a lungo raggio

Oggi Air Senegal è tornata a Malpensa con il volo per Dakar, ad aprile si attende una ripresa verso gli Usa. In mezzo il debutto dei nuovi voli Alpitour-Neos per vacanze sicure

air senegal

L’aeroporto di Milano Malpensa si prepara a ripartire con i voli a lungo raggio. Prospettiva ancora incerta, a un anno dall’inizio della pandemia e con le restrizioni vincolanti almeno fino al 5 marzo.

Intanto, nella prima mattina lo scalo intercontinentale di Milano ha salutato il ritorno di Air Senegal, che ha tenuto fede all’annuncio di dicembre, quando aveva fissato metà dicembre come orizzonte per riaprire la rotta verso l’Africa occidentale (trisettimanale, atterraggio e decollo da Malpensa al mattino).

Non è scontato, il rispetto delle date, che – in generale – vanno presi come dichiarazioni di volontà, più che come impegno: l’incertezza pesa su tutto il network globale delle compagnie, per le restrizioni sanitarie e anche per la prudenza con cui i vettori si muovono. American Airlines dovrebbe ripartire il 3 aprile con il Malpensa-New York Jfk, sospeso un anno fa, ma la data non è ancora ufficializzata. Con il riavvio del New York, dovrebbe essere sospeso il volo all cargo per Philadelphia. Anche Delta Airlines  dovrebbe ripartire a inizio aprile, sia da Fiumicino che da Malpensa su New York (trisettimanale), qualche volo potrebbe essere operato già nel mese di marzo.

United Airlines sta volando solo per le merci (ha affidato l’handling a Malpensa ad Airport Handling): per ora ci si sta attrezzando per una ripresa delle rotte pax a metà aprile, ma la data certa è ancora da ufficializzare.
Al di là degli Usa, Singapore Airlines il 19 gennaio ha aumentato da una a tre le frequenze settimanali verso l’Asia, mentre i voli Emirates sono già in vendita da inizio giugno.

Resta ovviamente tutta l’incertezza sanitaria: molte compagnie stanno lavorando in questa fase per avviare protocolli, anche nel senso della condivisione.

Fin qui l’intercontinentale vero e proprio, a lungo raggio, che è quello a maggior valore aggiunto per un aeroporto e il territorio circostante (solo un esempio: sono voli che prevedono pasto a bordo e quindi muovono business per le aziende di catering). Però in parallelo si muovono anche altre novità, in particolare con gli annunci di Easyjet (qui) e Wizzair (qui): ritorno delle destinazioni turistiche anche in ottica invernale ma anche una previsione di domanda su alcuni segmenti. Così ricompare Sharm El Sheikh ma si amplia anche il network verso Est (c’è persino chi prevede – dopo il vaccino agli anziani – un picco di domanda per il temporaneo rientro in patria delle badanti straniere, bloccate da mesi).

L’idea delle vacanze “Covid-free” da Malpensa

Sul settore vacanze organizzate resta comunque l’incertezza Covid. Tra gli operatori che ci stanno lavorando c’è il Gruppo Alpitour che ha annunciato la sperimentazione per le vacanze “Covid-Tested” verso le Canarie. La cosa interessa anche Malpensa, base della compagnia Neos che lavora appunto con Alpitour: il tour operator prevede voli da sabato 27 marzo da Milano Malpensa per Tenerife e Fuerteventura (e poi il sabato successivo anche da Verona).

Due le misure straordinarie comprese nella quota del pacchetto per le Canarie: un’agevolazione per effettuare il tampone molecolare prima della partenza dall’Italia e un secondo test prima del rientro, realizzato agli ospiti in resort.

Dopo la sperimentazione alle Canarie, la volontà del tour operator è di estendere anche ad altre mete: Maldive, Madagascar, Zanzibar, Repubblica Dominicana, Mar Rosso, Messico. Una prospettiva interessante anche per Malpensa, attraverso Neos, che proprio in queste settimane dovrebbe ricevere i nuovi B737 Max in trasferimento da Seattle (a dicembre erano arrivati i 787).

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 17 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore