Anziani over80 ancora senza vaccino, protestano i sindaci di Inveruno e Castano

Nonostante la settimana di accesso senza prenotazioni, Pignatiello e Bettinelli segnalano ancora ritardi. "Questa situazione non è più accettabile"

vaccino antiCovid over 80 anni

«Ancora oggi dai centri vaccinali del nostro territorio riceviamo comunicazione di disagi e mancanze. Ancora troppi anziani non hanno ricevuto la prima dose di vaccino».

La protesta unisce Giuseppe Pignatiello, sindaco di Castano Primo, e Sara Bettinelli, sindaco di Inveruno, all’indomani della fine della settimana di vaccinazioni senza prenotazione per gli over 80.

«Il cambio del portale di prenotazione, da Aria a Poste Italiane, ha risolto diversi problemi ma questo non è bastato. Purtroppo come già dimostrato registriamo ancora per troppi nostri concittadini che la vaccinazione degli over 80 è ancora là da venire. Dopo settimane di ritardi per completare la somministrazione della sola prima dose a tutti i Lombardi più fragili, la Regione ha dato via libera dal 7 all’11 Aprile alla presentazione ai centri vaccinali a quegli anziani che avevano registrato la loro prenotazione sul portale di Aria, ma che poi non avevano mai ricevuto l’SMS di conferma. Tutto risolto? Purtroppo no. Dopo delle verifiche effettuate sul nostro territorio, abbiamo verificato e raccolto le testimonianze di cittadini over 80 che in questa settimana non hanno ancora ricevuto il vaccino. I nostri anziani continuano a restare in questo limbo non più procrastinabile».

Al tema degli anziani si aggiunge qui anche quello delle persone con disabilità, con tanti che ancora segnalano «l’impossibilità di prenotare la propria dose di vaccino, nonostante posseggano il verbale certificato che attesta la disabilità di INPS» (tema già emerso in modo forte nei giorni scorsi su tutti i territori).

«Evidenziamo il bisogno, la necessità, l’urgenza di un’inversione di tendenza vera. Ormai questa situazione non è più accettabile. Noi Comuni ci siamo già messi tante, tante e altre tante volte a disposizione per dare una mano nella gestione della campagna vaccinale. Siamo purtroppo stati sempre ignorati», denunciano ancora Giuseppe Pignatiello e Sara Bettinelli.

Già settimana scorsa Pignatiello aveva visitato il centro vaccinale di Cuggiono, trovando «una situazione difficile e cittadini arrabbiati» per i ritardi nella somministrazione: il sindaco di Castano aveva riconosciuto anche l’impegno di operatori e volontari, che aveva evitato rischio di assembramenti nonostante le tante persone che si presentavano settimana scorsa. Una coda che evidentemente però non si è ancora esaurita.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore