Nino Caianiello, da “ras delle nomine” al reddito di cittadinanza

La rivelazione di "Repubblica" e del "Fatto Quotidiano": l'ex coordinatore di Forza Italia, a processo per tangenti, avrebbe ottenuto il sostegno destinato ai disoccupati

nino caianiello tribunale busto arsizio

Nino Caianiello otterrà il reddito di cittadinanza. La notizia è riportata questa mattina da alcuni giornali nazionali – Repubblica e Il Fatto Quotidiano – e riguarda l’ex coordinatore di Forza Italia che proprio ieri (lunedì 26 aprile) ha chiesto di patteggiare una pena di 4 anni e 10 mesi con risarcimento del danno davanti al gup Natalia Imarisio nell’ambito dell’udienza preliminare del processo Mensa dei Poveri.

L’uomo politico gallaratese, classe 1958, è accusato di avere per anni richiesto (e ottenuto) tangenti che andavano dal 7 al 10% ai professionisti che ricevevano incarichi in enti pubblici, grazie alla sua intercessione. Per questo motivo sta affrontando da imputato un lungo processo. A un certo punto dell’inchiesta che lo riguarda, è stata ipotizzata anche l’esistenza di un “tesoretto” nascosto all’estero, ma di questi soldi non è mai stata trovata traccia.

Soprannominato “Il mullah” e ritenuto il “grande burattinaio” delle nomine in provincia di Varese e non solo, ora Caianiello si professa povero e per questo motivo ha avanzato la richiesta, a quanto pare accordata, di percepire l’assegno destinato ai disoccupati.

PROCESSO “MENSA DEI POVERI”Tutte le notizie su VareseNews

Il maxi-processo “Mensa dei poveri” resta a Milano, rigettate le eccezioni di competenza territoriale

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore