Pro Patria Volley, vittoria “solo” al tie-break: ora Limbiate è prima in solitaria

I Tigrotti passano 2-3 sul campo del Cus Pavia ma la Zeroquattro non sbaglia, ottiene un successo pieno a Bollate e stacca la Pro di una lunghezza

SERIE C MASCHILE - GIRONE A - NELLA SFIDA A DISTANZA LA PRO LASCIA UN PUNTO PREZIOSO A PAVIA E ZEROQUATTRO NE APPROFITTA VINCENDO 3-1

La sfida a distanza tra le due capolista del girone A della Serie C di pallavolo prosegue, ma il turno dello scorso weekend è favorevole alla Zeroquattro: Limbiate passa infatti 1-3 a Bollate (pur perdendo il primo set) mentre la Pro Patria Volley ottiene la vittoria contro il CUS Pavia solo al quinto set e ora si trova in classifica alle spalle dei rivali per un solo punto.

Il ciclo di tre partite in otto giorni per concludere la regular season è iniziato quindi non nel migliore dei modi per i Tigrotti, vincenti ma al tie-break: si prosegue ora con il recupero di mercoledì 28 contro Vittorio Veneto e si conclude (sempre in casa) il 1° maggio contro Bollate.

LA PARTITA

Nel primo set i piccoli break iniziali di Busto vengono annullati da Pavia che aggancia a 7 e, con un muro di Beolchini su Ceccaroni, sorpassa. CUS sbaglia battuta, Travasoni restituisce la cortesia stampando un muro su Mazzariello e poi mette a terra da posto 4 una saetta (8-10). Anche Marazzini mura, manda in battuta Ceccaroni che fa ace (10-14) Monti decide di chiamare i suoi per rimettere ordine.
La Pro tiene il CUS a distanza, sul 15-19 Radici entra in battuta, i ragazzi di Volpicella scappano e si portano sul 16-23, mantengono il vantaggio e chiudono con un bel attacco di Marazzini da posto 4 (17-25).

Inizia il secondo set ed è CUS che guadagna un leggero margine che rimane tale sino al 10-8, la Pro ricomincia a macinare gioco e con Travasoni da 4 e Giannotti dai 9 metri impatta sul 10.
Anche Riccardi e Beolchini fanno ace per CUS, Volpicella ferma il gioco (14-12). Si torna in campo e Beolchini si ripete, l’attacco fuori di Cimmino convince Busto a spendere il secondo time del set (16-12). La squadra di casa non rallenta e si porta sul 20-14, che diventano 23-16. Entra Gasparotto su Ferrazzo in battuta, Travasoni su rigiocata accorcia ma CUS arriva al set point 24-17. La Pro ne annulla 3 e sul 24-20 è Monti a chiamare tempo. Riccardi di seconda intenzione chiude (25-20).

Si torna in campo e i padroni di casa, sull’onda del secondo set, ottengono subito un break che convince Volpicella a chiamare i suoi a bordo campo. La Pro trova la parità sul 9 ma Pavia allunga di nuovo 15-11 e Busto ferma per la seconda volta il gioco. CUS non rallenta 19-13. Maretti entra su Ferrazzo
(20-15) e si fa valere a muro. Su ricostruzione è Cimmino che accorcia 20-17 e poi 20-19. Monti butta nella mischia Riboldi che dà subito il suo apporto ma i tigrotti con l’ace di Cimmino impattano a 21. Marazzini guadagna il break su pipe 22-23 il due cambi palla successivi mandano la Pro al set point 23-24. Monti chiama tempo: CUS pareggia e, con un muro su Calcaterra, rimette la testa avanti. Calcaterra annulla il set point da posto 4 ma Giannotti sbaglia dai 9 metri. E’ Cimmino da posto 4 che ritrova la parità e Calcaterra fa ace 26-27. Pavia impatta nuovamente e si porta in vantaggio ma si torna in equilibrio sul 28. I due punti successivi sono di CUS che si prende il set 30-28.

Si cambia campo e la Pro riprende a giocare e, per evitare che fugga, sul 2-5 Monti chiama time out, i tigrotti proseguono 3-7. Qualche sbavatura di Busto consente però a Pavia di riportarsi a una lunghezza 6-7 e di ritrovare il pari a 9. Il cambio palla regolare porta le squadre sul 12-12, rientra Travasoni su
Calcaterra. Il muro di Ceccaroni consente ai tigrotti di riportarsi a due lunghezze 14-16 e poi 16-18. Maretti mette a terra il primo tempo del 18-20. L’errore di Barbieri regala il ventunesimo punto alla Pro che poi si porta sul 18-23. Pavia accorcia: 21-24 è Maretti con pallonetto dietro il muro che chiude
il set 21-25.

Il tie-break inizia con Pavia avanti 4-2 e poi 6-3. Volpicella ferma il gioco ma Pavia non rallenta 7-4, si cambia campo con il medesimo distacco 8-5. Il muro di Maretti riporta la Pro a -1 (9-8) ma Bolchini riprende il break e si arriva a 11-9. Travasoni da posto 4 riporta in equilibrio il punteggio a 11.
E’ Monti ora a chiamare tempo. Tosetto e Cimmino vanno a segno e il tabellone indica 12 pari. E’ il turno di Sala e Travasoni a dire la propria: 13 pari. I due successivi attacchi fuori di Tosetto consegnano il match alla Pro (13-15).

 

CUS Pavia Elettromas – Pro Patria Scaduto DPA 2-3
(17-25; 25-20; 30-28; 21-25; 13-15)

Pavia: Barbieri 1; Riccardi 4; Merolla; Tosetto 16; Beolchini 19; Radici; Sala 15; Riboldi; D’Alessandro (K); Mazzariello 10; Migliavacca 2; Ambrosini 2; Ermetici (L1) – N.e. Bertinotti (L2). All. Monti.
Busto A.: Marazzini 11; Maretti 6; Ferrazzo 1; Gasparotto; Cimmino 22; Travasoni (K) 12; Ceccaroni 11; Calcaterra 2; Giannotti 3; Monti (L1). N.e. Cattaneo; Toffanin (L2). All. Volpicella.

di giampaolo.colombo@tin.it
Pubblicato il 27 Aprile 2021
Leggi i commenti

Foto

Pro Patria Volley, vittoria “solo” al tie-break: ora Limbiate è prima in solitaria 3 di 3

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore