La convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza compie 30 anni

Il 27 maggio del 1991 veniva ratificata in Italia la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e Adolescenza: il Comitato Unicef di Varese celebra l’anniversario

Unicef e la marcia per i diritti dei bambini

Oggi, giovedì 27 maggio, si celebreranno i trent’anni della ratifica da parte dell’Italia della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, il testo giuridicamente vincolante che riconosce tutti i bambini e le bambine, gli e le adolescenti del mondo come titolari di diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici.
Approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, l’accordo è stato ratificato dall’Italia il 27 maggio 1991 con la legge n. 176.

Una ricorrenza che UNICEF, da sempre impegnata in tutto il mondo per la la tutela dei bambini e dei minori, celebra in tutta Italia, anche a Varese, dove il comitato provinciale ha proposto alle scuole l’iniziativa “Lunga vita ai diritti” centrata su un’attività di gruppo volta alla condivisione di quali siano i diritti che, in questo specifico momento, bambini, bambine e adolescenti ritengono più rispettati.
Parallelamente prosegue la campagna di raccolta fondi digitale COVAX presente sulla piattaforma “Rete del Dono”, per una diffusione equa dei vaccini in tutto il mondo.

bovolenta unicef

«In ogni territorio grande o piccolo, vicino o lontano, in ogni angolo del mondo, è importante che tutti conoscano e rispettino i diritti dei bambini e degli adolescenti – commenta Manuela Bovolenta, presidentessa del Comitato UNICEF di Varese – E’ su questa base che possiamo creare una società migliore sempre più a misura di bambina e bambino. UNICEF Italia, ed anche il Comitato varesino, collabora con le istituzioni nazionali e locali, il mondo della scuola, della sanità, dello sport e molti altri stakeholder competenti o interessati, perché venga data attuazione ai principi della Convenzione e per trasformare l’opportunità delle Osservazioni conclusive rivolte all’Italia in impegni concreti per tutti i bambini e i ragazzi che vivono sotto la giurisdizione dello Stato».

Per celebrare il 27 maggio, UNICEF Italia ha proposto tante iniziative a livello nazionale fra cui il lancio del film “Il diritto alla felicità”, la premiazione delle scuole vincitrici del concorso “CRC30: a te la parola”; la richiesta di sostegno alla campagna in favore dell’allattamento al seno; la traduzione in italiano della pubblicazione UNICEF “I diritti dei bambini, delle bambine e degli adolescenti nello sport”; l’organizzazione di un modulo di formazione sui diritti dei bambini e degli adolescenti rivolto ai giornalisti in collaborazione con la Federazione Nazionale Stampa Italiana; il coinvolgimento di Rai Ragazzi e il lancio ufficiale della piattaforma ‘U-Report Italia’ con un evento online, in occasione del quale verranno presentati i risultati del primo sondaggio realizzato dai giovani, dedicato alla conoscenza della Convenzione e del diritto all’ascolto. U-Report è la piattaforma digitale promossa e utilizzata da UNICEF, che favorisce la partecipazione dei ragazzi su tematiche di loro interesse, attraverso sondaggi online.

 

di
Pubblicato il 27 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore