Cassano lotta su ogni palla, ma perde di un soffio: 28-27 per Sparer Eppan

Un Cassano veloce, incisivo e aggressivo come ancora non si era visto quest'anno ma che purtroppo si è dovuto arrendere di fronte a Sparer Eppan. Bel match di Federico Mazza con 11 gol, trascinatore degli amaranto in attacco

Pallamano Cassano Magnago vs pressano 13 novembre 2021 - ph Arianna Ramini

Deciso, compatto e aggressivo al punto giusto: la pallamano Cassano Magnago è sceso in campo contro Sparer Eppan, sabato 20 novembre, dando del filo da torcere agli avversari fino all’ultimo minuto.

Un match sudato e conteso fino all’ultimo, in cui i padroni di casa hanno condotto il vantaggio in entrambe le mezz’ore di gioco della nona giornata di serie A1. (Foto di Arianna Ramini)

Nonostante l’assenza dei “veterani” Bozidar Nikocevic e Sasa Milanovic, che si sono infortunati nel match contro Pressano, la componente giovanile amaranto ha dato il meglio di sé con uno schema di attacco aggressivo e con una difesa massiccia.

L’unico loro svantaggio? L’altezza sopra l’1.90 di molti difensori altoatesini che ha costretto i lombardi a puntare sulla velocità delle azioni e sui tiri dai 6 metri, evitando quelli dai 9.

Grazie alla vittoria Sparer ora è sesta in classifica con 9 punti, mentre Cassano scende all’ottavo posto con 6 punti, preceduto da Bozen (che ha 7 punti).

PRIMO TEMPO

Il match è iniziato con le due squadre agguerrite, specialmente il Cassano: ha sferrato una difesa compatta, solida e aperta per evitare i tiri dei Lions fuori dai 9 metri, sfruttando al massimo la loro elevazione. Fin dal primo minuto si è configurato il testa a testa, con un vantaggio dell’Eppan che non superava i 3 gol: i giallo-blu hanno sempre tentato di allungare le distanze dagli avversari, che prontamente non demordevano e inseguivano i padroni di casa mettendo loro non poca pressione.

Il terzino Federico Mazza – capitano per questa partita in sostituzione di Milanovic – ha trascinato la squadra, che ha risposto in maniera entusiasta e decisiva; suoi i gol che nei primi minuti soffiavano sul collo dell’Eppan, portando il Cassano a -1. Ha segnato al 5.40′ dopo una parata del giallo-blu Samuele Bortolot, all’8.05′ e all’11.23′ con un tiro all’angolo. Specialmente nel primo quarto d’ora di gara il Cassano si è nutrito dei tiri del terzino, che hanno motivato la squadra a non mollare.

L’unico in grado di eludere la solida difesa lombarda, che ha lottato su ogni pallone, è Jan-Niklas Oberrauch; suo il merito dei primi vantaggi dell’Eppan: prima ha permesso il 3-1, poi ha segnato il 4-3 dall’angolo dopo una parata di Luca Monciardini e infine il gol del 5-3, puntando sulla velocità nel contropiede. Eppan si è trovato più volte in difficoltà contro le giovani leve cassanesi, motivate e pronte a dare il meglio di sé: un esempio su tutti il velocissimo Filippo Branca, che ha segnato il punto del pareggio (14-14) al 24′.

La prima mezz’ora della partita si è conclusa 18-16.

SECONDO TEMPO

Nella seconda parte di gara igiallo-blu hanno sempre condotto il gioco (ma solo con un massimo di 4 punti); gli amaranto, però, non si sono lasciati intimidire e hanno sferrato un attacco pressante che ha messo in seria difficoltà i padroni di casa. La partita si è così accesa al massimo ed entrambe le squadre, prese dal nervosismo, hanno commesso sbavature in attacco: tiri sbagliati e imprecisi hanno impedito a Eppan di aumentare lo svantaggio e ai lombardi di concretizzare una potenziale rimonta.

Nel primo quarto d’ora le reti dell’intraprendente Mazza e Giacomo Visentin, dall’ala destra al 32′ , hanno recuperato due punti (21-18), mentre a segnare i gol dell’allungo giallo-blu sono stati Thomas Brantsch – che ha segnato due gol consecutivi puntando tutto sulla rapidità – e di Starolis Modestas, che al 40′ ha sbloccato l’attacco nervoso e infruttuoso giallo-blu.

Il Cassano ci ha creduto fino all’ultimo, rinvigorito dalle reti del 25-23 di Mazza al 48′ e al 50′, che ha diminuito sempre di più lo svantaggio (25-24), e del pivot Mattia Dorio al 43′: non concedendo alcun spazio all’arrendevolezza, gli amaranto hanno giocato al 100% fino agli ultimi concitatissimi minuti. Purtroppo Eppan ha continuato a sfuggire per un soffio, attaccando con calma e freddezza: decisivi  i gol di Starolis al al 44′  e i due di Uros Lazarevic (al 43′ e al 45′).

Con il rigore di Mazza al 60′ la partita si è chiusa 28-27 per Sparer Eppan.

I MIGLIORI MARCATORI

Federico Mazza inarrestabile per tutti i sessanta minuti di gioco, in cui ha totalizzato ben 11 gol: portano la sua firma i quattro rigori nella porta di Bortolot al 21.45′ del primo tempo e, nel secondo tempo, al 40.10′ e al 55′; le 11 reti lo confermano in testa alla classifica della top 20 marcatori del campionato A1 con 55 gol segnati in 9 partite.

Secondo a Mazza Filippo Branca con cinque tiri andati a segno. Partita d’oro anche per Alberto Lazzari nel ruolo di centrale. Il migliore in campo di Eppan è il terzino Jan-Niklas Oberrauch con 8 gol (tutti i suoi tiri sono freddi, misurati e ben calcolati), a “parimerito” con Starolis Modestas, le cui azioni sono risultate decisive soprattutto nel secondo tempo.

LA NONA DI CAMPIONATO

Raimond Sassari ha sconfitto Pressano 24-28, Carpi ha stravinto contro Secchia Rubiera (21-15). A staccare più di tutti l’avversaria è Brixen, che ha vinto 26-39; buon risultato per Alperia Merano contro Teamnetwork Albatro (25-21). Infine Trieste, che ha cercato di resistere al Conversano ma, alla fine, ha dovuto cedere ai pugliesi (25-29).

La classifica aggiornata della Serie A Beretta maschile: Fasano (15), Conversano (13), Sassari (13), Brixen (12), Pressano (11), Alperia Merano (10), Sparer Eppan (9), Bolzano (7), CASSANO MAGNAGO (6), Trieste (4), Carpi (4), Teamnetwork Albatro (2), Secchia Rubiera (2).

TABELLINO SPARER EPPAN (28-27)

1 tempo: 18-16

2 tempo: 28-27

SPARER EPPAN: Samuele Bortolot, Uros Lazarevic (4 gol), Ratko Starčević (2), Dragan Slijepcevi (2), Modestas Starolis (8), Jan-Niklas Oberrauch (8), Simon Singer e Thomas Brantsch (4).

CASSANO MAGNAGO: Luca Monciardini, Alberto Lazzari (3 reti), Federico Mazza (11), Mattia Dorio, (1), Simone La Bruna, Filippo Branca (5), Stefano Bassanese (1), Ivan Salvati (3), Usman Kabeer (44) e Giacomo Visentin (3).

Arbitri: Riello e Panetta.

Ammonizioni: Thomas Brantsch al 4.10′ e Ratko Starcevic al 21.13′ (per Sparer Eppan) – Stefano Bassanese al 14.48, Mattia Dorio al 13.01 e Giacomo Visentinal 24.21′(per il Cassano).

Time out: Sparer Eppan 21.37′ e 45.56′; Cassano Magnago 27.19′, 35.41′ e  58.39′. 

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 20 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore