Inarrestabile la pallamano Cassano Magnago: 25-16 contro Albatro

Per ora si tratta del massimo vantaggio ottenuto in una partita giocata a ritmi alti e intensissimi. Cassano con 8 punti è ottavo in classifica, tra Bolzano e Trieste

Pallamano Cassano Magnago vs pressano 13 novembre 2021 - ph Arianna Ramini

La vittoria della pallamano Cassano Magnago su Teamnetwork Albatro di questa sera, sabato 27 novembre, ha finalmente sbloccato un novembre di vacche magre del campionato di serie A1 maschile. La decima giornata di campionato si è così conclusa 25 – 16 al palazzetto amaranto. (Foto di Arianna Ramini)

Coesione, decisione e unità sono stati gli elementi messi in campo dai giocatori lombardi, sempre presenti e concentrati sia in attacco sia in difesa: una prestazione vincente per il Cassano, che acquista così i 2 punti “della salvezza” portandosi ottavo in classifica, subito dietro a Merano.

Un inizio nervoso e a scatti per entrambe le squadre – ben consapevoli dell’importanza della partita – ha poi lasciato spazio a un gioco più fluido e veloce condotto dagli amaranto, che si sono allontanati sempre di più grazie all’accelerazione del secondo tempo.

Chapeau ai tre portieri amaranto schierati da coach Davide Kolec (Luca Monciardini, Nicolò Riva e Germano Albanini) capaci di dimostrare sangue freddo e concentrazione di fronte agli attaccanti siciliani.

IL PRIMO TEMPO

Fin dal minuto 1, grazie al rigore di Ivan Salvati, i lombardi hanno condotto la partita, subito rincorsi dai siracusani con azioni altrettanto veloci ed efficaci. Nel primo quarto d’ora, sebbene il Cassano fosse in vantaggio, le squadre si sono affrontate a muso duro ma senza che una primeggiasse sull’altra, con ritmi lenti e dilatati specialmente in attacco; basso anche il numero delle reti, intercettate dai portieri, aiutati dalle coperture difensive dei giocatori lombardi e siculi, che chiudevano ogni buco possibile sui 6 metri.

A velocizzare il match la strabiliante e scenografica la finta di Alberto Lazzari al tiro davanti alla difesa centrale: girando, ha scaricato il pallone su Federico Mazza che ha segnato il 5-3 al 12′; a dare speranza, invece, agli arancio-blu i gol di Marko Bobicic al 13′ (diminuendo lo svantaggio si un punto, 5-4) e del terzino Giovanni Rosso al 14′ che ha portato il pareggio 5 – 5. Negli ultimi dieci minuti le squadre hanno aumentato l’intensità e l’aggressività in attacco, puntando su azioni veloci per sovrastare gli avversari, seppur con scarsi risultati; i lombardi non si sono lasciati abbattere, hanno pazientato e preso per sfinimento gli avversari.

La parata provvidenziale di Nicolò Riva al 25′ sul rigore di Leonardo Bianchi ha scongiurato il pareggio. La prima mezz’ora di gioco si è conclusa 9-8 per il Cassano, con solo un punto di vantaggio.

IL SECONDO TEMPO

L’ultima mezz’ora di gioco è iniziata con un Cassano molto più veloce e sfuggente, determinato ad allungare il vantaggio con una difesa “più alta” con lo schema 5-1 in modo da arrestare le azioni di Albatro sul nascere: a trainare la squadra Filippo Branca in contropiede al 31′, insieme a Giacomo Visentin e a Mazza. Tante le azioni amaranto veloci, spesso sfruttando a proprio favore gli errori e le imprecisioni degli avversari trasformate in punti dai contropiedi.

Nel primo quarto d’ora del secondo tempo i siracusani hanno perso smalto ed efficacia in porta, sia perché intercettati dalle parate di Monciardini e di Albanini, sia perché stoppati dalla difesa a tenaglia lombarda; infatti al 45′ hanno segnato solamente 2 gol che portano la firma dell’ala sinistra Nicolò Argentino (dopo essersi liberato della difesa lombarda è andato a cercare il punto sul secondo palo), e da Bobocic (su rigore  al 44′), cercando di contenere lo strappo a 19-12.

Ma i lombardi non si sono lasciati intimidire e hanno continuato con il loro gioco intenso e deciso; memorabile il gol del capocannoniere Mazza al 40′ che, dopo una finta efficace, è andato a segno con un tiro in doppio appoggio. Ritmo altissimo anche negli ultimi e intensi dieci minuti: Usman Kabeer al 53′ ha segnato il 21esimo gol contro Gabriele Randes tra i pali, che poco ha potuto fare con il bassanese in contropiede; al gol del pivot ne sono seguiti altri due di Alberto Lazzari. L’ultimo gol amaranto è stato fatto da Simone La Bruna, segnando la vittoria 25-16 contro i siracusani. Si tratta, per ora,  del massimo vantaggio ottenuto in una partita.

I MIGLIORI MARCATORI

A dominare il match bassanese è ancora Federico Mazza che, con 7 gol, arriva a 73 gol in campionato; dietro di lui Filippo Branca, che si è dimostrato un giocatore vincente specialmente per la velocità e la capacità di sorprendere in contropiede. A segnar più gol di tutti è stato, però, Marko Bobicic con 9 tiri andati a buon fine – 5 di questi su rigore.

LA DECIMA DI CAMPIONATO

Mentre il Cassavo vinceva, Secchia Rubiera perdeva contro Trieste 26-34, così come Carpi di un solo punto contro Bolzano (23-24). Raimond Sassari è stato sconfitto da Junior Fasano (27-29) e Sparer Eppan ha ceduto a Brixen (39-34).

La classifica della serie A1 aggiornata alla decima partita: Fasano (17), Brixen (14), Conversano (13), Sassari (13), Pressano (11), Alperia Merano (10), Sparer Eppan (9), Bozen (9), CASSANO MAGNAGO (8), Trieste (6), Carpi (4), Albatro (2), Rubiera (2).

TABELLINO CASSANO MAGNAGO – TEAMNETWORK ALBATRO (25-16)

1 tempo: 9-8

2 tempo: 25-16

CASSANO MAGNAGO: Luca Monciardini, Sasa Milanovic, Federico Mazza (7), Ivan Salvati (1),  Mattia Dorio,  Filippo Branca (6), Simone La Bruna (1), Alberto Lazzari (3), Usman Kabeer (1) e Giacomo Visentin (5).

 NobileTEAMNETWORK ALBATRO: Gabriele Randes, Leonardo Bianchi (4), Marko Bobicic (9), Francisco Morettin (1), Hamza Fredj, Francesco Burgio, Alessandro Bandiera, Nicolò Argentino (2)

Arbitri: Cardone C. e Cardone L.

Ammonizioni: Kabeer al 4.41′, Mazza al 3.05 e la panchina di Kolecper al 41′ Cassano  – Francisco Morettin al 6.02′ per Albatro 

Time out: 29.04′ e 52.14′ (Cassano) – 23.41′, 43.39′ e 54.20′ (Albatro)

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 27 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore