La corale San Cristoforo di Gallarate ritorna in scena con un concerto di musica sacra

Organizzato con il supporto della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, sancisce la ripresa delle attività live della formazione gallaratese

corale san Cristoforo gallarate

A Gallarate, nella Basilica di Santa Maria Assunta, sabato 27 novembre la corale San Cristoforo torna a esibirsi dal vivo in un appuntamento che ha il sapore della rinascita: organizzato dalla corale San Cristoforo con il supporto della Basilica di Santa Maria Assunta di Gallarate e della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, il “Concerto di Musica Sacra” vuole sancire la ripresa delle attività in presenza.

«Per quanto non ci siamo mai fermati nel corso dell’emergenza pandemica, anche da remoto abbiamo infatti continuato a provare e a imparare nuovi canti, questa è per noi una rinascita perché dopo un periodo di assenza torniamo a cantare dal vivo», premette il maestro Fabio Zambon, direttore della corale gallaratese e tra i principali fautori, quattro anni fa, della creazione di una formazione canora per la basilica di Gallarate. «Il programma che andremo a eseguire vuole simboleggiare la ripresa e la rinascita della vita musicale della Basilica: per questo motivo abbiamo scelto musiche sacre di autori contemporanei dai toni positivi».

Una visione condivisa dalla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate che ha voluto essere al fianco della corale in questo evento. «I segnali reattivi che arrivano dalle nostre comunità devono essere sostenuti», afferma il presidente dell’istituto bancario dell’Altomilanese e del Varesotto, Roberto Scazzosi. «La voglia di ripartenza deve essere alimentata per permettere al territorio di essere nuovamente protagonista. Ed è significativo che questa voglia di rinascita, dopo mesi decisamente complessi per tutti, arrivi da chi promuove il bello attraverso la musica. Dare valore a realtà come la corale San Cristoforo è sostenere la crescita di una città e di un territorio. È questo che rende unica una banca di credito cooperativo».

Il programma

Accompagnati all’organo e al pianoforte dal maestro Marco Vismara, i 40 componenti della corale eseguiranno infatti “Agnus Dei” (Fabio Zambon), “Missa Brevis” (Jacob de Haan), “Rorando Coeli” (Rihards Dubra), “Cantate Domino” (Ko Matsushita), “And can it be?” (Dan Forrest) e “Gaudeamus Omnes” (Fabio Zambon), in una viaggio tutto all’interno della musica sacra.

Il concerto ha inizio alle 21. L’ingresso è libero; è richiesto il green pass.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore