Cuor leggero e mani pesanti: la Uyba è pronta per i suoi playoff

Una presenza fissa, quella di Busto Arsizio, nel tabellone finale della Serie A1 femminile. Le Farfalle cercano almeno la semifinale, sperando che la "carta a sorpresa" Mayer possa scombinare le carte

uyba volley playoff 2022

Per la 13a volta in quindici stagioni, la Uyba Volley Busto Arsizio è pronta per scendere in campo in un playoff scudetto. Una epopea notevole, quella delle Farfalle che dall’anno del ritorno in Serie A1 (qiindi dal 2007-08) solo in una occasione – nel 2016 – hanno fallito la qualificazione alla fase finale del campionato. L’altra assenza è dovuta al torneo stoppato dal covid, ma le biancorosse sarebbero state a pieno titolo nelle prime otto, visto che erano al secondo posto.

Una costanza notevole di risultati, per una delle realtà sportive più belle e importanti dell’intero territorio. È vero, nella bacheca tricolore c’è un “solo” scudetto, quello meraviglioso del 2012 ma tutti sanno che Busto Arsizio – che pure è a pieno titolo tra le “big” italiane – non ha mai avuto a disposizione il budget delle altre contendenti (neppure quell’anno, nel derby contro Villa Cortese). Motivo per cui non ci sono grossi rimpianti e non si parla di “occasioni sfumate” quando si pensa al passato.

Questa volta, ancora di più, la Unet E-Work può tuffarsi in questa avventura (sabato presenteremo Gara1) con la giusta tensione ma anche con la mente libera da troppe pressioni. Quinta alla fine della stagione regolare, per ottenere una semifinale la squadra biancorossa dovrà per forza di cose “strappare il servizio” a Scandicci. Ma allo stesso tempo non ha il dovere di vincere, tanto meno dopo essere stata costretta a cambiare uno dei pezzi più importanti del proprio scacchiere, la palleggiatrice.

Sfumata, per di più, la certezza Dijkema al posto di Poulter (e Monza), Busto Arsizio ha calato sul tavolo dei playoff una carta giovanissima, l’argentina Vicky Mayer alla quale si chiede un piccolo miracolo, quello di inserirsi in tempi rapidissimi nei meccanismi della squadra. Difficile, a questo livello, ma se ci riuscisse la Uyba potrebbe addirittura sfruttare un “effetto sorpresa” da non sottovalutare all’interno di un campionato dove tutti si conoscono a menadito.

Cuor leggero, quindi, ma mani pesanti. Quelle di Camilla Mingardi e Alexa Gray, soprattutto: purtroppo il mondo del volley attuale prevede che le squadre – in vista della stagione seguente – vengano smontate e rimontate a campionato in corso, addirittura prima degli stessi playoff. Una stortura incredibile e spiacevole a cui nessuno mette mano. Camilla e Alexa sono, molto probabilmente, destinate a cambiare maglia (la canadese andrà a Conegliano) ma sono pronte a trascinare la squadra dal primo all’ultimo punto di questi playoff. Dal loro braccio, passa un bel pezzo di qualificazione alla semifinale, al palasport di viale Gabardi il compito di accompagnare le Farfalle nel loro ennesimo volo. Un popolo, quello biancorosso, che non ha mai tradito.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 08 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore