Varese News

Dai lonatesi sostegno alla posizione del Cuv sul Masterplan

È il risultato di una consultazione lanciata da Fratelli d'Italia Lonate, che ha chiesto anche l'opinione su temi legati all'Ucraina

brughiera Gaggio

Dai lonatesi arriva un segnale di fiducia alla posizione dei sindaci sul Masterplan di Malpensa, con un No ideale all’espansione dell’area cargo sulla brughiera, ma anche con realismo nell’accettare mediazioni.

Una posizione condivisa dall’88% delle 400 persone che hanno accettato di rispondere alla consultazione lanciata dal circolo di Fratelli d’Italia di Lonate Pozzolo.
“Sei d’accordo con la posizione dell’amministrazione comunale lonatese riguardo al nuovo Masterplan 2035?”, chiedeva la domanda.

Un’altra domanda invece chiedeva se fosse “eccessiva la tutela ambientale da parte del Cuv” e anche in questo caso le risposte hanno dato un’indicazione chiara, con un 90,1% che ha detto No, non è eccessiva.

Passando dai temi locali a quelli nazionali, la consultazione lanciata da Fratelli d’Italia Lonate proponeva poi anche una serie di domande sulla situazione ucraina: oltre il 75% dei lonatesi si è detto molto preoccupato (tra 7 e 10, su una scala di 10), l’84,5% si è detto favorevole all’accoglienza di rifugiati ucraini, mentre il 67,6% si è detto contrario all’aumento della spesa militare. È stata proposta anche una valutazione della credibilità dei leader sul tema: il premier Mario Draghi è stato ritenuto credibile dal 39,4%, Giorgia Meloni dal 14,1%, Renzi dall’8,5%, Salvini dal 7%, Giuseppe Conte dal 4,2, Carlo Calende dal 2,8, così come Berlusconi, Enrico Letta dall’1,4% (il 22,5% preferisce non rispondere).

Va ricordato che non si tratta di un vero e proprio sondaggio, non avendo una base statistica individuata. In ogni caso Fratelli d’Italia Lonate (circolo guidato da Francesco Carbone) sottolinea che hanno risposto 400 persone: la fascia d’età più rappresentata è quella dei quarantenni (41% di chi ha risposto) mentre le categorie professionali più rappresentatesono dipendenti privati (18,3%), studenti (12,7%) e pensionati (sempre 12,7).

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 14 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore