Bloccato a Milano Malpensa l’automobilista che ha danneggiato la scalinata di Trinità dei Monti a Roma

È un imprenditore straniero di 37 anni. La Polizia insospettita dal noleggio di una lussuosa Maserati

Generica 2020

Un controllo casuale e il fiuto degli agenti: così è stato fermato all’aeroporto di Milano Malpensa l’automobilista che ha danneggiato la scalinata di Trinità dei Monti, uno dei luoghi più noti di Roma.

Nella serata di giovedì 12 maggio, una pattuglia della Polizia di Frontiera dello scalo intercontinentale di Milano, impegnata nei consueti servizi di vigilanza, ha fermato per controlli un uomo. «Ci può mostrare i documenti» e così via. Qualcosa però, durante il colloquio con gli agenti, ha sollecitato la curiosità “investigativa” dei poliziotti.

La persona, trentasettenne cittadino straniero, per esempio non risultava essere arrivato in aeroporto con alcun volo, né tantomeno essere in procinto di partire. In merito alla sua presenza al Terminal ha riferito agli agenti di trovarsi in loco in quanto aveva appena riconsegnato un’autovettura noleggiata alcuni giorni prima alla filiale di una società di autonoleggio di Malpensa.

A dimostrazione di quanto asserito, la persona esibiva la copia del contratto di noleggio, da cui emergeva che nei giorni precedenti aveva noleggiato un’autovettura marca Maserati.
Non essendo propriamente comune il noleggio di autovetture di lusso, la cosa ha subito insospettito gli agenti. Che si sono ricordati dell’episodio avvenuto nei giorni precedenti, quando una persona alla guida di una Maserati aveva danneggiato la scalinata della Trinità dei Monti a Roma, dandosi successivamente alla fuga, gli agenti si interessavano ancora più approfonditamente.

Con il trascorrere dei minuti l’uomo è diventato sempre più insofferente e nervoso per il controllo ed è stato accompagnato al posto di polizia. Durante i successivi accertamenti la persona controllata mostrava della corrispondenza da cui si evinceva che già la Polizia di Roma Capitale, intervenuta il giorno prima sul luogo del reato, si era messa sulle tracce dell’autore del danneggiamento.

Telefonata alla Polizia di Roma e verifica andata a segno: gli agenti capitolini si erano appunto già messi sulle tracce dell’uomo. A quel punto gli agenti ispezionavano la costosa Maserati, parcheggiata nel garage della società di autonoleggio: la carrozzeria riportava evidenti segni di danneggiamento, prova dell’ “incidente” in quel di Roma.

«Sì, sono stato io» ha ammesso questo punto l’uomo. Di concerto con la Procura della Repubblica di Busto Arsizio, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati previsti dalle recentissime norme per la tutela del patrimonio culturale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore