Pagelle Pro Patria: tigrotti pagano l’impresa di Lecco, Pesenti chiude la stagione in gol

Poche insufficienze per i tigrotti nell'ultima partita stagionale. Contro una squadra tecnica come la Triestina le gambe pesanti non aiutano ma la reazione arriva comunque, solo troppo tardi

CAPRILE 6,5: Apre la partita mandando sulla traversa la botta da fuori di Lopez. Spiazzato sul rigore, impotente sul raddoppio di Gomez.

SPORTELLI 5,5:  Non al meglio anche a causa di qualche problema muscolare che lo costringe a uscire dopo 45′. A metà della sua partita Procaccio gli scappa e il difensore è costretto a spendere un giallo che condiziona ulteriormente la sua partita.

dal 45′  Lombardoni 6: Stagione complicata per il difensore, chiude la stagione con 45 minuti tutt’altro che semplici da disputare, quelli dei playoff. Se la Pro Patria continuerà ad esistere, lo attenderà sul campo.

BOFFELLI 6,5: Una stagione ben sopra la sufficienza per quello che ha rappresentato il leader della difesa della Pro Patria. Colpe sul raddoppio di Gomez? Non era facile non farsi sorprende dal contropiede in tre tocchi della Triestina

SAPORETTI 6: St. Clair, Trotta e Gomez  sono clienti scomodi. Lui si difende (e difende la porta della Pro Patria) più che dignitosamente confermando quanto fatto dall’insediamento di Sala.

Finisce la stagione della Pro Patria: al Rocco vince la Triestina 2 a 1

PIEROZZI 5,5: L’MVP della stagione (anche per i lettori di VN) chiude la stagione con un errore di gioventù (il rigore dell’1 a o), neo di una stagione da incorniciare, la prima da pro. L’esterno della Fiorentina crescerà (altrove) e farà strada in categorie più alte.

NICCO 6-: Quando la Pro Patria gioca lunga (e stanca) non è l’unico tigrotto ad avere difficoltà ad affacciarsi in avanti. A centrocampo lotta, ma Calvano e Crimi non ci fanno giù leggere (e infatti entrambi rimediano il giallo).

BERTONI 6+: Quando la Pro Patria gioca lunga, lui deve tracciare le linee tra reparti. Il piede si fa apprezzare anche stasera e il gol di Pesenti nasce da una sua scodellata in area al 90′.

FERRI 6-: Chiude la stagione con un passo indietro rispetto a quanto visto a inizio 2022. Se fosse sempre quello sarebbe un fenomeno. Intanto va sottolineato come si sia conquistato un posto tra la titolarità e l’impiego da “sesto uomo”.

dal 45′  GALLI 6+: Entra e fa vedere che sa dare equilibrio alla squadra. Ed equilibrio è il marchio di fabbrica della Pro Patria di Sala. Senza stravolgere la partita, sia chiaro.

PIZZUL 6: Qualche scorrazzata e diverse lotte anche sulla linea di fondo. L’aria di casa gli fa bene: replica la solida partita di novembre al Rocco. Ma Procaccio è più pericoloso del Rapisarda visto all’andata.

dal 70′ COLOMBO 6,5: Ultimi venti minuti per il capitano prima di appendere le scarpe al chiodo. Non è lui a presentarsi in sala stampa a fine partita (lo aveva fatto però alla vigilia). Peccato o indizio? (Più la prima che la seconda, per quel che ne sappiamo).

Sala: “La freschezza della Triestina ha inciso sulla partita. Solo orgoglio per i miei ragazzi”

STANZANI 5,5: Il miglior Stanzani quest’anno lo abbiamo visto quando la squadra giocava corta e lui, ricco di qualità, faceva da collante per la prima punta. Qualche guizzo e i tiri dalla bandierina.

dal 62′ PESENTI 7: Dopo aver scontato la squalifica rimediata contro la Juve l’acquisto di gennaio entrava in campo nei minuti conclusivi per aiutare la squadra a spezzare i ritmi delle avversarie rimediando tanti falli d’astuzia. Il gol è il premio per il tanto lavoro sporco che ha fatto, a dispetto delle poche chance al tiro avute sui piedi.

PARKER 6: Da quello che abbiamo capito è sceso in campo con qualche acciacco dopo Lecco. Le solite sportellate a metà campo contro Ligi, Lopez e Rapisarda (a turno) non lo hanno aiutato.

CASTELLI 6,5: Same old story: entra e gli basta un minuto per creare un’occasione da gol, ma la palla non entra.

Triestina – Pro Patria in diretta

di marco.cippio.tresca@gmail.com
Pubblicato il 05 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore