Da Malpensa a Toronto, la città a cavallo tra due nazioni

Dalle rive del Lago Ontario si vede la sponda degli Usa. Toronto è anche una città multiculturale e di contrasti, tutta da scoprire

Toronto cosa vedere

Con l’inaugurazione della tratta Milano Malpensa-Montreal-Toronto Pearson operata da Air Canada, anche Toronto – capitale dell’Ontario – è più vicina all’Italia. Una città che propone un mix di culture, terre incontaminate e opere architettoniche

Pensando alle città più affascinanti del Canada, Toronto rappresenta senza dubbio una delle prime della lista e non solo perché è la più popolosa o quella più vicina territorialmente ai cugini a stelle e strisce. Rimarrete piacevolmente colpiti dal contrasto tra vecchio e nuovo ma soprattutto dal forte impatto della natura, vera protagonista di questa metropoli affacciata sul Lago Ontario.

Nelle prossime righe vi proponiamo una breve guida delle attrazioni che potrete visitare ma anche possibili esperienze da vivere nella città simbolo della regione dei Grandi Laghi.

Cosa vedere a Toronto: in cima alla città

Non possiamo non iniziare il nostro tour di Toronto senza parlarvi di quello che è a tutti gli effetti l’attrazione più conosciuta della città, l’immagine che troverete su tutte le cartoline spedite da Toronto: la CN Tower. Con i suoi 533 metri di sviluppo verticale la torre rappresenta l’edificio adibito alle telecomunicazioni più alto del mondo e credeteci quando vi diciamo che la vista offerta dallo Skypod (447mt) vi farà restare senza parole.

Oltre ad un fantastico panorama sulla Downtown di Toronto, di giorno si arrivano a scorgere le Grandi Pianure e persino un pezzo di Usa. Per i più temerari c’è anche l’opzione Edge Walk, proclamata come la più alta passeggiata del mondo! I partecipanti, legati con un’imbragatura e una fune ad un carrello che scorre sopra le loro teste, hanno la possibilità di camminare liberamente sul cornicione dell’edificio a ben 356 metri d’altezza. Un’esperienza emozionante e unica per molti, ma drammatica per coloro che soffrono di vertigini.

In bicicletta tra le Islands di Toronto

Concentriamoci ora sulla parte naturalistica di Toronto con particolare attenzione per le quindici isole che si trovano proprio di fronte al Toronto Harbourfront, in pieno centro città.

Toronto cosa vedere

Per arrivarci non è possibile usare la macchina ma bisogna affidarsi al servizio di traghetti, mentre il modo ideale per spostarsi da un’isola all’altra è rappresentato dalla comoda bicicletta. Le isole offrono diverse attrazioni, tra cui parchi e spiagge in cui rilassarsi ma il vero protagonista rimane lo skyline di Toronto. Non esiste luogo migliore dal quale ammirare il Lago Ontario e i maestosi grattacieli che vi si riflettono.

Toronto cosa vedere

Viaggio nella Toronto sotterranea 

Impossibile lasciare Toronto senza aver visitato The Path, la rete sotterranea creata dagli abitanti per far fronte alle proibitive temperature invernali. Così come a Montreal, nella capitale di Toronto è stato realizzato un sistema di gallerie che si estende per oltre 30 km collegando oltre 1.200 negozi, consentendo agli abitanti di Toronto di spostarsi al riparo dall’intemperie.

Una volta sbucati in superficie vi consigliamo di fare un salto al Porto sull’Ontario, caratterizzato da casette in pieno stile ottocentesco ma anche a Fort York, quartiere in cui potrete visitare una sfilza di edifici utilizzati per scopi militari e rivivere le emozioni della battaglia di York, combattuta nel lontano 1813.

In viaggio nella storia di Toronto 

Come ogni metropoli che si rispetti anche Toronto ha il suo angolo di storia, stiamo parlando del ROM (Royal Ontario Museum) e dell’Art Gallery of Ontario, due tappe obbligatorie per coloro che visitano la città.

Toronto cosa vedere

In particolare, al Rom potrete ammirare mostre temporanee e collezioni di storia naturale che dimostrano il forte legame tra la natura e la città di Toronto mentre l’Art Gallery vanta oltre 80.000 opere d’arte, tra cui le sculture realizzate da Henry Moore e i quadri di Matisse e Warhol, ma anche collezioni d’arte africana e del continente oceanico.

Se vi avanza del tempo recatevi anche a Casa Loma, esempio di architettura vittoriana terminato nel 1914 su richiesta di Sir Henry Mill Pellatt, magnate appassionato di arte europea. Oggi Casa Loma è stata trasformata in un museo alle cui sale si affiancano alcuni torri visitabili e splendidi giardini ideali per una camminata.

Toronto cosa vedere

Cosa vedere a Toronto: nel cuore della città multiculturale

Terra di importanti flussi migratori per tutto il ’900, a Toronto esistono ben tre Chinatown e due Little Italy e convivono oltre duecento culture differenti. Uno dei luoghi simbolo di questa multiculturalità è Kensington Market, centro pulsante di talmente tante popoli da rappresentare una sorte di mondo in miniatura. Il mercato di Kensington è nato come uno mercato alimentare, fondato da comunità ebree che allestivano bancarelle per la vendita di formaggio fresco, aringhe e polli vivi.

Kensington Market Toronto

Nel corso dei decenni vi si sono trasferiti immigrati portoghesi, latino-americani, italiani e afrocaraibici che hanno dato origine a Kensington Market così come ci appare oggi.

Prima di imbarcarci sul volo Toronto – Malpensa

Camminando per le vie di questo quartiere possiamo imbatterci nelle cucine di tutti i cinque continenti: potrete sentire l’odore delle spezie della grigliate giamaicane o del salmone affumicato, il profumo delle empanadas cilene e ancora pizza, bagel, momos tibetani e persino le crepes giapponesi!

Insomma, una passeggiata per le vie di questo storico mercato rappresenta sicuramente il modo migliore per entrare in contatto con la moltitudine di culture di Toronto e prepararci per il nostro volo di ritorno con destinazione Milano Malpensa.

di
Pubblicato il 26 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore