Lieto fine per la Pro Patria, i tigrotti giocheranno ancora in Serie C

La società calcistica di Busto Arsizio ha depositato le pratiche per l'iscrizione alla stagione 2022/23

Lecco - Pro Patria 0 a 2 (playoff 2022)

A meno di 24 ore dall’annuncio di ieri, lunedì 20 giugno, da parte della presidente Patrizia Testa, dimissionaria dal consiglio comunale di Busto Arsizio per incompatibilità di carica, arriva il secondo fondamentale step per il futuro della Pro Patria, che il prossimo anno calcherà ancora i campi del calcio professionistico

Alla viglia dell’ultimo giorno utile prima della chiusura delle iscrizioni, la società biancoblu ha infatti depositato negli uffici della Lega Pro a Firenze tutta la documentazione necessaria per completare la pratica di iscrizione al campionato di Serie C per la stagione sportiva 2022/23.

Ancora poche, burocratiche, ore e  il “lieto fine” tanto agognato dai tigrotti e dalla pizza bustocca sarà ufficiale:  mai come quest’anno, per lo meno nel recente passato, il timore di vedere la società fallire è stato così fondato, soprattutto l’indomani dell’annuncio dell’ex presidente Citarella, quando, lo scorso 14 aprile il Consorzio Sgai aveva messo in vendita la Pro Patria a 180 minuti dalla fine della regular season, con la squadra ancora in lotta per la salvezza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore