Varese News

“Alfa garantisca Cassano e riconosca sconti a chi ha avuto disagi”

Dopo il sabato con i rubinetti a secco (e per alcuni anche domenica mattina), il consigliere Pd Tommaso Police chiede all'amministrazione di attivarsi presso il gestore dell'acquedotto

Generico 2018

«Serve un piano d’emergenza che dia garanzie in caso di altri guasti. E una agevolazione agli utenti rimasti senz’acqua per un giorno». Lo dice Tommaso Police, consigliere comunale Pd a Cassano Magnago, dopo il tremendo  sabato che ha visto molti cassanesi rimanere senz’acqua quasi per un giorno intero (e alcuni anche per una parte della domenica).

«Sono consapevole del fatto che non ci sono responsabilità dirette del Comune di Cassano Magnago in quanto il servizio idrico dipende da Alfa Srl (gestore provinciale della rete idrica, ndr) e a tal proposito credo che da una situazione di disagio come quella appena vissuta sia necessario agire per prevenire disagi in futuro e non solo. Per questo motivo ho scritto una lettera all’assessore Dabraio (che ringrazio per l’operatività e per le comunicazioni) e al sindaco Ottaviani chiedendo loro di avanzare alcune richieste specifiche ad Alfa in rappresentanza del Comune di Cassano Magnago, socio della società».

Primo: «È indispensabile studiare con Alfa un piano B a tutela della nostra cittadinanza. Il guasto del generatore è stato imprevisto, ma in una città di oltre 21.000 abitanti bisogna a mio avviso essere pronti ad avviare un piano di emergenza al fine di non lasciare per quasi 36 ore molte zone senza acqua. E’ un impegno su cui Alfa deve porre delle garanzie, noi come Soci abbiamo il diritto di avanzare determinate richieste atte a prevenire situazioni simili in futuro».

L’altra mossa che Police chiede di attuare è «richiedere ad Alfa una scontistica a titolo compensativo in fattura per le abitazioni e soprattutto per le attività commerciali che hanno dovuto interrompere per diverse ore il lavoro».

«Credo che come Comune di Cassano Magnago al fine di tutelare i nostri concittadini e le nostre imprese, si debba intervenire non solo confrontandosi con Alfa per studiare un piano di emergenza ma a questo punto si debba espressamente richiedere una agevolazione per gli utenti a titolo risarcitorio anche simbolico, ma purchè sia concreto».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Agosto 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore