Varese News

Si intrufola in uno studio legale di Gallarate e i poliziotti lo trovano in bagno: “Cercavo un posto per dormire”

Un 55enne è stato arrestato dai poliziotti per tentanto furto aggravato. Lui si difende: “Pensavo fosse in ristrutturazione. Volevo solo dormire al coperto"

Polizia stazione Gallarate

Si è intrufolato all’interno di uno studio legale ed è stato arrestato dalla Polizia di Gallarate per tentato furto aggravato. È finita in una cella di sicurezza del Commissariato di via Ragazzi del ’99 la notte di un 55enne italiano, senza tetto e con problemi di tossicodipendenza, processato questa mattina (venerdì) con rito direttissimo dal giudice del Tribunale di Busto Arsizio Cristina Ceffa.

«È vero che ho forzato una tapparella ma stavo solo cercando un luogo per passare la notte al coperto, non volevo rubare. Sono entrato in un cantiere edile e pensavo che quell’ufficio fosse disabitato proprio perchè c’erano dei lavori in corso». Così ha raccontato l’uomo con la sua flebile voce che a sua discolpa ha aggiunto un particolare: «Quando i poliziotti sono arrivati ero in bagno».

L’uomo, però, ha numerosi precedenti specifici e il suo legale ha sostenuto che era in procinto di entrare in una comunità terapeutica per disintossicarsi. Per lui è stata disposta la custodia cautelare in carcere, in attesa che si liberi un posto in comunità.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Agosto 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore