Maltempo, incendi e corse in salita nel podcast dell’8 settembre

Le principali notizie scelte per voi dalla redazione che potete ascoltare sulle piattaforme Spreaker e Spotify

incendio luino 8 settembre 2022

Le notizie di giovedì 8 settembre

A Luino il racconto della notte di fiamme: “Quei botti, poi siamo scappati in pigiama”

Una tempesta di fulmini abbattutasi sull’alto varesotto potrebbe essere stata la responsabile del grande incendio di un palazzo d’epoca in piazza Risorgimento, nel cuore della Luino storica che ha lasciato senza casa 7 persone dovute sfollare nella notte e causando l’inagibilità della palazzina. L’allarme è scattato attorno alle 4 di giovedì quando è stato chiamato dai residenti il 112 per allertare i mezzi di soccorso: i vigili del fuoco hanno operato in forze addirittura coi mezzi in arrivo dai comandi di Milano e Como. Alla fine le fiamme sono state domate solo nella tarda mattinata di giovedì e ora è il momento della conta dei danni. Il sindaco di Luino Enrico Bianchi ha coordinato sul posto le operazioni di soccorso: «Un fatto inaspettato, a cui forse hanno concorso i cambiamenti climatici in atto. Siamo vicini alle famiglie e alle attività commerciali coinvolte».

Alberi abbattuti nel Varesotto per il maltempo. Allagamenti, frane e lunghe code in Canton Ticino

Piante cadute, strade allagate: sono stati molti i danni causati dal maltempo nella notte tra mercoledì e giovedì si contano a decine in vari paesi della provincia di Varese. I vigili del fuoco sono intervenuti per allagamenti, anche se non di grave entità, oltre che per alberi sradicati dal vento e caduti sulla sede stradale, come è avvenuto a Somma Lombardo e Induno Olona. A Viggiù invece una grandinata nella notte ha fatto crollare il controsoffitto della scuola materna.

Molto seria anche la situazione nella vicina Svizzera: la Polizia cantonale ha comunicato che per il maltempo che nelle ultime ore ha colpito la zona, in particolare il Malcantone, si sono registrati allagamenti e frane che hanno portato alla chiusura di strade e all’evacuazione di diverse persone. IN particolare a Manno, comune nella zona nord di Lugano, a causa dell’esondazione del torrente Vallone sono state evacuate una ventina di persone da cinque abitazioni, tra le quali anche il sindaco del comune Giorgio Rossi.

Docenti di italiano cercansi per le scuole varesine: molti istituti attendono i supplenti

L’Ufficio scolastico di Varese ha pubblicato le disponibilità di cattedre degli istituti superiori. Sono oltre 100 gli insegnanti nelle discipline letterarie che gli istituti superiori devono nominare in questi giorni in vista dell’apertura dell’anno scolastico. Le carenze maggiori si individuano nei percorsi tecnici , come l’Isis Ponti che ne attende 18 o il Newton 13, ma anche alcuni licei sono scoperti come il Manzoni di Varese che ne ha bisogno 9, così il Geymonat di Tradate.

Tra le scuole quasi al completo il liceo Cairoli di Varese che attende un solo supplente e il Crespi di Busto che ne aspetta 4. Al liceo varesino Ferraris mancano 11 docenti per completare il collegio docenti e così all’Arturo Tosi di Busto mentre mancano 10 supplenti sia al Frattini di Varese sia al Legnani di Saronno e 14 al liceo artistico musicale e coreutico Candiani.

Terza edizione per l’evento di street art a Lavena Ponte Tresa “Mad 21037”

Sarà una giornata all’insegna dell’arte o meglio della street art quella di sabato 10 settembre a Lavena Ponte Tresa. Sul muro della suggestiva passeggiata del Lungolago diversi artisti invitati dall’associazione Wg.Art e tutti i giovani che vorranno partecipare daranno vita a una giornata di live painting su quella che è la hall of fame, ovvero uno spazio pubblico e libero in cui i ragazzi possano sperimentare la propria creatività artistica.

L’evento è parte del progetto dell’Amministrazione Comunale dal titolo MAD Muri Artistici Diffusi 21037 giunto alla terza edizione.

Si corre nel weekend la “storica“ Cittiglio – Vararo

Domenica 11 settembre la grande atletica torna in provincia di Varese con la Cittiglio-Vararo, corsa podistica organizzata da Atletica Verbano con partenza da Cittiglio ed arrivo nel caratteristico abitato di Vararo. Il percorso si snoda in salita per quasi 7 chilometri, lungo i tornanti della strada che conduce al Passo del Cuvignone toccando alcuni degli angoli più affascinanti della Provincia.

La manifestazione, giunta alla 49° edizione, nasce nel 1974 come corsa in montagna con partenza da Laveno per ricordare Mauro Traversi, giovane e promettente atleta prematuramente scomparso e, in seguito, il padre Severino. Nel 1981 però il Trofeo Traversi si sposta in Cittiglio, facendo nascere la leggenda di quei 6 chilometri e 75 di pura passione che hanno saputo attirare e conquistare, nel corso degli anni, l’affetto di molti atleti di caratura nazionale. La giornata si aprirà alle 9.00 con la camminata a passo libero “Da Cittiglio a Vararo”, che darà modo a tutti, indipendentemente dalla velocità, di percorrere il medesimo tracciato della gara agonistica e di aspettare e tifare gli atleti al traguardo.

Potete ascoltare il podcast sulle piattaforme SpreakerSpotify

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore